Coalizione del Sindaco sicura di sé: “Noi compatti contro l’inutile ostruzione della minoranza”

Non si placa il botta e risposta tra le forze di maggioranza e di opposizione

-Pubblicità-

SCICLI – Tutt’altro che disteso il clima politico locale in questi primi giorni del nuovo anno. Lo scontro tra le forze di maggioranza e di opposizione continua senza sosta dalla conclusione del tanto discusso Consiglio comunale di “San Silvestro”.

Il movimento politico “Civici e Progressisti” mette altra legna sul fuoco, rispondendo agli attacchi ricevuti dalle forze di opposizione. La coalizione del Sindaco mostra i muscoli con disinvoltura e non appare minimamente scalfita dai recenti colpi inflitti dalla minoranza.

Di una cosa sono certe le forze di maggioranza: “Nel Consiglio Comunale dello scorso 31 dicembre ci siamo mostrate forti, coese e determinate nell’ottenere i risultati che consentiranno, con l’approvazione del Documento Unico di Programmazione, -si legge nella nota- di amministrare nell’interesse dei cittadini e per la salvaguardia del territorio in cui vivono”.

“Civici e Progressisti” sottolinea l’importanza del ruolo giocato dalla maggioranza nell’ultima seduta consiliare che ha favorito una “virtuosa relazione” tra il Consiglio comunale e la Giunta.

Grazie a questo –prosegue il documento, a firma della coordinatrice del movimento politico, Rosaria Severisi è riusciti a contrastare l’azione cieca della minoranza che, indifferente ai danni per i cittadini che potevano derivare dall’esercitare un ostruzionismo fine a se stesso, ha impedito un confronto sereno e proficuo sul fondamentale strumento di programmazione economico-finanziaria”.

La colazione de Sindaco rispedisce al mittentegli sterili e vuoti attacchi, quasi al limite della calunnia vera e propria”, diffusi da alcuni “figuri”.

In particolare ribadiamo –commenta il movimento- che il Comune di Scicli in questi ultimi quattro anni non ha contratto alcun mutuo e che le risorse introitate con la tassazione sulle trivelle sono state utilizzate primariamente per pagare vecchi debiti, contratti da precedenti amministrazioni comunali, a volte per male gestioni amministrative, come nel caso di espropri”.

Il movimento politico “Civici e Progressisti” evidenzia che “deriva da queste situazioni, tutte risalenti a prima del 2015, il grande debito, per milioni di euro, del Comune di Scicli, da cui è peraltro scaturito il Piano di riequilibrio di cui i cittadini sciclitani pagano le conseguenze”.

Le forze di maggioranza giudicano assurdo e falsoattribuire responsabilità a chi in questo momento cerca di riparare i danni causati nel passato; è poi vergognoso che a compiere questa operazione di mistificazione siano anche soggetti responsabili di tali danni in precedenti esperienze di governo della città”.

Nonostante le difficoltà causate dall’emergenza della pandemia ancora in corso, negli ultimi mesi –riporta la nota- si è piuttosto lavorato con serietà e impegno sul piano politico non solo per il raggiungimento degli obiettivi programmatici fondamentali del progetto “Civici e Progressisti”.

Risposto alle critiche, le forze di governo della città fanno un pensierino alle prossime amministrative.

A circa un anno dalle prossime elezioni, questa coalizione è più che mai determinata  ad affrontare con ancora più impegno le molteplici e impegnative sfide che l’attendono, ed è pronta ad attuare tutti gli interventi amministrativi già programmati e che possono favorire il sostegno alla comunità in un momento così difficile, -conclude il documento- ma anche porre le basi per un’ulteriore crescita e sviluppo della città. E ripresentarsi così agli elettori per essere giudicata, in serenità e trasparenza.