Vaccini al Busacca, CeP difende Caruso: “Chieste le sue dimissioni, ma per quale illecito?”

Per il movimento “Civici e Progressisti” incomprensibile la richiesta fatta dal Partito Democratico

Nella foto il consigliere comunale Claudio Caruso
-Pubblicità-

SCICLI – Prende le difese del suo esponente e ribatte al Partito Democratico. La coalizione del Sindaco “Civici e Progressisti” non accetta le accuse rivolte al Consigliere comunale Claudio Caruso, dopo il caso vaccini all’ospedale “Busacca”.

Appresa la notizia, balzata alle cronache nazionali, riguardo le somministrazioni delle dosi a Scicli, il nostro gruppo –esordisce la nota- esprime ampia solidarietà al dott. Claudio Caruso, medico, di impeccabile carriera e rispettabile Consigliere comunale, da più legislature”.

Le forze di governo non vogliono entrare nel merito della vicenda “per non alimentare oltremodo la sterile polemica”, ma si dicono esterrefatte dinnanzi “allo sciacallaggio posto in essere da sedicenti politici, che non avendo la capacità di confrontarsi su argomenti concreti, strumentalizzano problemi che investono la sfera della salute, per colpire chi ha operato per il bene della collettività”.

“Civici e Progressisti” si scaglia contro il Partito Democratico di Scicli: “chiede a gran voce le dimissioni del Consigliere Caruso, ma su quali basi, e su quale atto illecito?”. 

Prendiamo atto dell’assoluta mancanza di dignità del PD che, in assoluto disprezzo delle più elementari regole che disciplinano la vita delle Istituzioni, chiede –scrive la coalizione del Sindaco- le dimissioni di un Consigliere solo per poterne sistemare un altro di proprio gradimento”.

Al dott. Claudio Caruso e allo staff di medici e infermieri, -conclude la nota- che non si sono risparmiati né si risparmieranno, va tutta la nostra stima, rispetto e solidarietà”.