Scicli: progetti di pubblica utilità per i beneficiari del reddito di cittadinanza

L’assessore ai Servizi sociali, Caterina Riccotti: “Un’azione tesa a dare dignità a questi lavoratori e a fornire servizi utili alla collettività”

-Pubblicità-

SCICLI – Sono stati approvati i “Progetti Utili alla Collettività”, una serie di servizi di pubblica utilità che saranno erogati tramite l’impiego dei percettori del reddito di cittadinanza.

L’annuncio è stato dato dall’amministrazione comunale che ha reso noto anche l’elenco dei lavori che coinvolgeranno i beneficiari del sostegno economico.

Biblioteca comunale, con l’impiego di otto unità;

Tutela dei Beni Comuni, ovvero manutenzione di bambinopoli, dell’arredo urbano e di edifici comunali, con l’impiego di altre otto unità;

– “A Scuola Insieme,” attività di ausilio nella vigilanza degli alunni, pulizia e sanificazione dei locali delle scuole, con l’impiego di 12 unità;

“Supportiamo il nostro Comune”, attività di pulizia, accoglienza e portineria del Comune, con l’impiego di otto unità;

“Noi, insieme per i siti artistici del Comune”, attività di supporto a mostre, conferenze, eventi, con l’impiego di 12 unità; “

“I Care”, servizio di domicilio per persone anziane e disabili, con l’impiego di 6 unità;

“Ecologica…mente”, attività di manutenzione del verde pubblico, con l’impiego di otto unità.

Nella foto Caterina Riccotti

Si tratta di un’azione –spiega l’assessore ai Servizi sociali, Caterina Riccottitesa a dare dignità a questi lavoratori e a fornire servizi di utilità collettiva alla comunità. In questo modo la giunta Giannone assicurerà servizi essenziali alla comunità attraverso il lavoro dei percettori di reddito di cittadinanza”.