Scicli: Danilo Demaio lascia lo scranno più alto del Consiglio comunale

La decisione di dimettersi è stata comunicata stamattina nel corso di una seduta consiliare. Demaio: “Il ridisegno della nuova maggioranza ha definitivamente fatto venire meno il progetto politico presentato quattro anni fa. Il clima politico all’interno della pubblica assise è divento pesante e in antitesi con il mandato affidatoci dai cittadini”.

-Pubblicità-

SCICLI – Le dimissioni erano nell’aria da alcuni giorni. Stamattina, nel corso di una seduta consiliare, Danilo Demaio si è dimesso dalla carica di presidente del Consiglio comunale. Demaio continuerà l’impegno istituzionale nelle vesti di consigliere comunale per Start Scicli.

“La nuova maggioranza ha definitivamente fatto venire meno il progetto politico presentato quattro anni fa”, riporta una parte della lettera di dimissioni di Demaio.

“Il clima politico all’interno della pubblica assise -aggiunge Demaio- è diventato pesante e in antitesi con il mandato affidatoci dai cittadini. Penso alla seduta del 31 dicembre scorso o ai gravi accadimenti verificatisi durante le ultime commissioni consiliari”.

“Mi è stato chiesto –prosegue l’ex presidente del Consiglio comunale- di fare un passo indietro e lasciare spazio ad altre forze politiche per continuare quanto fatto dal sottoscritto fino ad oggi”.

Demaio scrive anche di lasciare a malincuore la carica. “L’unica delusione in questi anni è legata a chi avrebbe dovuto starmi vicino e, nonostante il tanto impegno e sacrificio, non ho mai avuto una parola di incoraggiamento, di ringraziamento o una manifestazione di stima nei miei confronti”.

 

Di seguito la lettera integrale delle dimissioni di Danilo Demaio da Presidente del Consiglio comunale.

Sig. Sindaco, Assessori, Segretario Comunale e Consiglieri tutti, è con rammarico che oggi con questa lettera, dopo un’attenta riflessione, comunico le mie dimissioni dalla carica di Presidente del Consiglio Comunale, rimettendo a questo civico consesso il mandato che ho avuto fin qui l’onore e l’onere di ricoprire.

Questa mia determinazione interviene a seguito di una riflessione tanto meditata e di non facile maturazione, sia per lo spirito di servizio e sia per l’abnegazione con i quali ho accolto e condotto il prestigioso incarico sin dalla mia elezione nel Dicembre del 2016.

Credo fermamente nel valore e nell’importanza dell’incarico fin qui ricoperto, come credo che la politica sia una delle più alte e nobili forme di servizio, e servire le istituzioni, a qualsiasi livello, è per me l’onore più grande che possa capitare ad un cittadino, soprattutto quando questo ruolo è svolto senza interessi di parte o ambizioni personali.

Tuttavia, prevalenti ragioni di ordine politico  mi spingono a questa decisione anche in considerazione del mio percorso personale e culturale fin qui maturato.

L’ultima ridefinizione degli assetti di giunta ha visto con mia grande soddisfazione la nomina di un altro membro della lista Start Scicli tra la squadra assessoriale, il che gratifica e conferma ancora una volta la persona ed il grande impegno del nostro gruppo a servizio della città.

Pur tuttavia, se da un lato il ridisegno della compagine assessoriale ha consacrato il nostro movimento politico, dall’altro la nuova maggioranza, che sono certo lavorerà bene e sarà forte e coesa fino alla fine del mandato, ha definitivamente fatto venire meno il progetto politico pensato quattro anni fa.

Inoltre, da un po’ di tempo a questa parte il clima all’interno della pubblica assise è diventato pesante ed in antitesi con il mandato affidatoci dai cittadini. Penso alla seduta del 31 Dicembre scorso o ai gravi accadimenti verificatisi durante le ultime commissioni consiliari.

Infine a seguito della formazione della nuova coalizione di maggioranza, essendosi intrapresa da tempo all’interno del tavolo politico una discussione sulla ridefinizione di tutte le cariche politiche all’interno dell’ente, mi è stato chiesto di fare un passo indietro e lasciare spazio ad altre forze politiche per continuare quanto fatto dal sottoscritto sino ad oggi.

E, poiché quello che mi ha sempre spinto ad andare avanti è l’amore e l’interesse per i miei cittadini e la mia splendida città e mai l’attaccamento alla poltrona, ho deciso di lasciare il passo.

Nulla hanno a che fare con la mia decisione le faziose, strumentali e meschine azioni e manifestazioni che in questi anni sono state perpetrate a mio discapito dai miei rivali politici e alle volte anche da coloro che apparentemente rivali non erano, piuttosto sono state sempre lo stimolo per impegnarmi e proseguire rettamente nel mio incarico.

L’unica delusione in questi anni è legata a chi avrebbe dovuto starmi vicino e, nonostante il tanto impegno e sacrificio, non ha mai avuto una parola di incoraggiamento, di ringraziamento o una manifestazione di stima nei miei confronti.

Sicuramente avrò fatto tanti errori, ma non ho mai perso di vista i miei valori etici e  morali ne il progetto politico che mi ha spinto a mettermi in gioco; chi sta nelle istituzioni dovrebbe essere sempre legato allo spirito di servizio con il fine unico di portare beneficio agli altri.

E’ stato un grande pregio per me ricoprire la carica di Presidente del Consiglio Comunale della mia città, un’esperienza unica che mi ha arricchito personalmente e professionalmente, per questo ringrazio chi ha contribuito alla mia elezione.

Il mio unico interesse è il bene della città, per questo lascio a malincuore la carica di Presidente del Consiglio Comunale, mantenendo comunque saldo il mio impegno con gli elettori e con chi mi ha sempre sostenuto rimanendo in carica come Consigliere Comunale tra le fila del mio movimento politico Start Scicli che mi è sempre stato vicino e di cui mi onoro di essere socio fondatore.

Prima di chiudere volevo ringraziare tutte le persone che in questi anni hanno collaborato con me e mi hanno permesso di svolgere al meglio il mio ruolo, i capi settore, i dipendenti comunali tutti, le segretarie e vicesegretarie Comunali che si sono succedute negli anni, ben sette, con le quali ho sempre avuto un rapporto di rispetto e stima reciproca, e Pino Donzella, dipendente comunale ormai in congedo, perno del mio staff che è stato una grande perdita per l’ufficio di presidenza.

Permettetemi, infine, di  porgere un ringraziamento particolare al Dott. Giovanni Gugliotta per la puntualità con cui svolge giornalmente il proprio lavoro all’interno dell’ufficio di Presidenza e della segreteria generale; le mansioni a lui affidate vengono quotidianamente assolte con senso del dovere, efficienza e correttezza, doti sempre più rare da me molto apprezzate. Una persona che ha sempre dimostrato impegno e dedizione, che si è sempre prodigato in maniera precisa e impeccabile con alto senso di responsabilità nell’espletamento del proprio lavoro.

Con il suo esempio ha dato lustro alla Presidenza del Consiglio durante il mio mandato. Concludo ringraziando e salutando l’intero consiglio, buon lavoro.

Arch. Danilo Demaio