Scicli, Cento Passi bolla la Giunta Giannone

“Le poltrone ballano ma i cittadini non si divertono”

-Pubblicità-

SCICLI – Il gruppo promotore Cento Passi bolla, ancora una volta, l’azione dell’amministrazione comunale. Stamattina è stata diffusa una nota stampa dal titolo “Le poltrone ballano ma i cittadini non si divertono”.

Secondo GP Centro Passi il Comune di Scicli “dista anni luce da altre città iblee per quanto attiene aiuti ai cittadini e alle microimprese sempre più in difficoltà, ma nonostante i gravi disagi della popolazione -si legge- il Consiglio comunale di giovedì scorso viene interamente impegnato dalle dimissioni del suo presidente Danilo Demaio…”. 

L’attenzione di “Cento Passi” si concentra sulla questione tributi. “Le imprese sciclitane – afferma Cento Passi- hanno appena ricevuto IMU e Tari a valere sul 2020 senza un euro di sgravio, e la stessa Cosap dovrà essere pagata per intero. Invece, l’avvenuta dotazione regionale avrebbe permesso significativi ristori per le aziende, il cui fatturato è letteralmente precipitato. Forse adesso a Scicli qualcuno si sta specializzando nell’arte di fare velo per oscurare quanto di peggio avviene?”.

Se gli insulti e le insinuazioni provenienti dal Municipio -prosegue il documento- contro chi si è vaccinato regolarmente sembrano coprire i gravi abusi che si sono realmente verificati, il balletto delle poltrone sta mettendo in secondo piano la mancata applicazione degli sgravi alle imprese per il 2020″.

Il tempo perduto non si può più recuperare, ma almeno si faccia il possibile -conclude Cento Passi- per mettere in atto meccanismi immediati e di facile accesso per le imprese che portino alla sospensione o alla proroga dei pagamenti. Di certo, non si può aspettare un altro anno per aiutare chi ha bisogno adesso, proprio in queste ore”.