Chi succederà a Demaio? Il Consiglio comunale fissa le elezioni del nuovo presidente

Giovedì prossimo alle ore 16 convocata la seduta consiliare. I lavori si svolgeranno in presenza

-Pubblicità-

SCICLI – Si avvicina la seduta consiliare dedicata all’elezione del nuovo presidente del Consiglio comunale. Giovedì prossimo, alle ore 16 si andrà in aula.

Era il 28 gennaio quando Danilo Demaio annunciò alla Civica assise, riunita in video conferenza, le sue dimissioni. A determinare la sua decisione, come scritto dallo stesso nella lettera di rinuncia, la “nuova maggioranza che ha definitivamente fatto venire meno il progetto politico, presentato quattro anni fa”.

Nella foto (repertorio) Danilo Demaio

Da quel giorno è partito il toto-presidente. Un solo nome sembra essere il favorito su tutti, quello della Consigliera comunale di “Laboratorio Scicli”, Rita Trovato. La sua eventuale elezione a presidente del Civico consesso, rappresenterebbe la logica conclusione del ridisegno della coalizione del Sindaco, dopo l’addio di “Articolo Uno”.

Nella foto (repertorio) la consigliera comunale Rita Trovato

La forza dei numeri in aula, ovviamente, giocherà a favore della maggioranza consiliare che, di fatto, avrà nelle proprie mani la “regia” dell’elezione del nuovo presidente del Consiglio comunale.

Ma nonostante questo, la minoranza spera ancora in uno scenario diverso da quello che si delinea alla vigilia, magari con l’elezione di un loro esponente allo scranno più alto dell’aula consiliare.

A parlare di questa possibilità, durante l’ultima puntata di “Città a confronto”, andata in onda venerdì scorso su SVN, è stata la consigliera comunale del M5S, Concetta Morana.

Nella foto (repertorio) la consigliera comunale del M5s Concetta Morana

Chissà se la maggioranza –ha affermato la pentastellata- non si apra a un famoso auspicio fatto dal Sindaco all’insediamento. Cioè che la presidenza del Consiglio andasse a un esponente dell’opposizione consiliare. Potremmo lanciare questa proposta e aprire a un dialogo con le forze di governo della città”.