Alghe e sabbia sempre più padroni del porticciolo, il Comune ora accelera

Intanto ricevuta la disponibilità del commissario straordinario dell’ex Provincia per trasferire definitivamente la draga nella borgata

Foto repertorio
-Pubblicità-

SCICLI – Alghe e sabbia sempre più padroni del porticciolo di Donnalucata. Il Comune prova a smuovere le acque stagnanti dello scalo di alaggio e preme sull’acceleratore per raggiungere il prima possibile la meta che la marineria locale e i residenti della borgata da tempo auspicano: ripristino e messa in sicurezza.

Il primo tentativo è stato fatto questa mattina con l’amministrazione comunale che ha chiesto e ottenuto una conferenza di servizio, coordinata dalla Prefettura di Ragusa, per approfondire le problematiche dell’inalgamento e dell’insabbiamento che ciclicamente investono l’infrastruttura.

Al tavolo, riunito in videoconferenza, erano collegati i rappresentanti del Libero Consorzio comunale di Ragusa, del Genio Civile, del Provveditorato alle Opere Pubbliche Sicilia-Calabria, del Dipartimento regionale di Protezione Civile, del Dipartimento regionale delle Infrastrutture marittime e portuali, e del Demanio Marittimo Regionale.

Da palazzo “Palle” hanno partecipato al collegamento il sindaco Enzo Giannone e gli assessori Caterina Riccotti, Viviana Pitrolo e Guglielmo Scimonello. Presenti anche i rappresentanti dei pescatori, del Circolo nautico e dei residenti della borgata di Donnalucata.

L’amministrazione comunale –riporta una nota- voluto conoscere meglio i dettagli e il cronoprogramma del progetto dell’assessorato regionale alle Infrastrutture, di messa in sicurezza del fondo sabbioso e della contestuale rimozione alghe, per un importo di 300 mila euro”.

Al contempo, in ragione del fatto che la stagione estiva è prossima, e al fine di risolvere nell’immediato la problematica, che peraltro pregiudica non solo le attività di pesca, ma anche quella turistica in prospettiva, con ricadute anche di igiene pubblica, il Comune ha chiesto –prosegue il documento- una soluzione idonea e che richiami alla corresponsabilità tutti gli attori istituzionali responsabili dato che il porticciolo ricade in un’area che è demanio regionale.

Questo quanto richiesto dal Comune nel corso dell’incontro a cui ne seguirà un altro nelle prossime ore. Domani mattina nell’agenda del primo cittadino è previsto un appuntamento con il nuovo comandante della Capitaneria di Porto di Pozzallo, capitano di fregata Donato Zito.

Approfondiremo –spiega il sindaco Giannone- il tema del porticciolo, in attesa della riconvocazione della conferenza di servizio, che a questo punto acquista il carattere di permanente, per vedere progetto e tempi dell’intervento immediato”.

Intanto, il Comune ha ottenuto la disponibilità del commissario straordinario dell’ex Provincia per trasferire la draga, di stanza a Pozzallo e attualmente in manutenzione, definitivamente a Donnalucata.