Aiuti per ristoratori e artigiani, la Cna di Scicli va dall’amministrazione comunale

Questa mattina un incontro nella stanza del Sindaco

-Pubblicità-

SCICLI – La Cna di Scicli, accompagnata da alcuni ristoratori e imprenditori della città, si è recata questa mattina a palazzo “Palle” per consegnare all’amministrazione comunale un documento, contenente le rivendicazioni del comparto agroalimentare in difficoltà a causa della pandemia.

I rappresentanti locali della confederazione nazionale dell’artigianato sono stati ricevuti, nella stanza del Sindaco, dalla vicesindaca Caterina Riccotti, dall’assessore allo Sviluppo economico, Viviana Pitrolo, e dal vicepresidente del Consiglio comunale, Lorenzo Bonincontro.

E’ stato un confronto -hanno spiegato gli amministratori locali- servito per fare il punto sulle misure che il Governo nazionale e la Regione Siciliana hanno annunciato a ristoro di un settore economico gravemente provato dall’ultimo anno di restrizioni e chiusure”.

Non appena arriveranno delle linee guida chiare sulle esenzioni dei tributi e sulle agevolazioni, il Comune di Scicli –riporta la nota- sarà pronto per dare il giusto aiuto agli imprenditori in difficoltà”.

In tal senso, il sindaco Enzo Giannone –si legge- porterà il documento della Cna al tavolo dell’Anci, l’associazione dei Comuni siciliani, perché diventi patrimonio comune dei sindaci siciliani”.

Abbiamo colto l’occasione per invitare alla partecipazione diretta delle rappresentanze di categoria e dei suoi iscritti alla attuazione di alcune idee e provvedimenti in fase di approfondimento, ben conscia –concludono gli amministratori- che non esistono categorie di operatori economici privilegiati rispetto ad altre”.

Il tavolo di confronto tra la Cna di Scicli e la Giunta Giannone è stato aggiornato alla prossima settimana.