Scicli: il virus “corre”, l’allarme del sindaco Giannone

“E' un quadro molto preoccupante che potrebbe prefigurare nei prossimi giorni decisioni più impegnative"

-Pubblicità-

SCICLI – Il virus “corre” in città e i contagi fanno registrare una significativa impennata che allarma tutti. Secondo i dati diffusi dal sindaco Enzo Giannone, oggi i soggetti positivi al Covid-19 sono 54. Di questi, 17 sono bambini sotto i dieci anni e 14 sotto i trent’anni.

Nel pomeriggio nuova sessione di tamponi rapidi nella postazione “drive in” di contrada Zagarone: su 360 test sono stati accertati 10 casi positivi. Tra essi figurano 6 bambini sotto i dieci anni.

A questi dati si aggiungono diverse decine di soggetti già posti in quarantena o in isolamento, in quanto contatti di soggetti contagiati. Si stanno facendo in queste ore i tamponi molecolari domiciliari.

Purtroppo si conferma che il virus, in questa fase, -commenta il primo cittadino- sta contagiando le fasce più giovani in misura significativa, cosa che finora non era mai avvenuta”

Domani mattina -dichiara Giannone- saranno sottoposti a tamponi molecolari tutti gli studenti e i docenti della scuola superiore, già posti in quarantena da dieci giorni.

E’ un quadro molto preoccupante che potrebbe prefigurare nei prossimi giorni decisioni più impegnative, anche alla luce del nuovo DPCM in vigore dal 6 marzo, in particolare circa la riapertura delle scuole”, ha proseguito il Sindaco.

Giannone torna sul funzionamento del centro vaccinale dell’Ospedale “Busacca”. “Bel lungi da me fare alcuna polemica, ritengo che quanto accaduto fra ieri ed oggi sia grave e che rappresenti una falla notevole nel sistema vaccinale. Una falla che se non ci fosse stata la segnalazione diretta di molti cittadini al Sindaco, non sarebbe venuta fuori”.

Spero che tutto sia stato risolto, -continua Giannone- ringrazio l’on. Orazio Ragusa per il suo intervento al fianco del Sindaco, l’assessore regionale alla Sanità, Ruggero Razza, per l’ascolto prestato e il responsabile della task force vaccini della Regione siciliana, Dott. Mario Minore, per la pronta risposta fornita”.

Domani, come Sindaco e massima autorità sanitaria della città, -conclude- avrò un’interlocuzione diretta con la Dirigenza generale dell’Asp di Ragusa per affrontare questa e altre problematiche che riguardano la sanità nel Comune di Scicli.