“Che succede a Scicli? Il Comune contro il suo PRG!”

L’amministrazione comunale nel mirino del Gruppo promotore 100 Passi Scicli

-Pubblicità-

SCICLI – Come intende comportarsi il Comune di Scicli con quei cittadini che stanno chiedendo di modificare i vincoli sui propri terreni, visto che il PRG è scaduto?

La prospettiva è estremamente preoccupante, viste le autorizzazioni a costruire su aree caratterizzate da vincoli che non decadono, i cosiddetti “vincoli conformativi” rilasciate nel 2019.

Infatti, nel giugno 2019 vengono approvate a maggioranza dal Consiglio Comunale di Scicli due domande di riqualificazione urbanistica su terreni classificati con la lettera “F” nel Piano Regolatore Generale – PRG – del comune di Scicli.

Un incomprensibile andazzo che è stato confermato dall’invio alla Commissione VAS della Regione Siciliana, sempre nel 2019, di una domanda di riqualificazione urbanistica per ben 370 appartamenti a Donnalucata su un’area anch’essa segnata nel Piano Regolatore con la lettera “F” e nella quale, pertanto, progetti di edilizia residenziale sono tassativamente esclusi.

L’approvazione delle due delibere è stata fortemente voluta dalla maggioranza. Tanto è vero che dopo un primo respingimento a causa dell’astensione compatta dei consiglieri di opposizione (si era nel gennaio del 2019), la stessa delibera verrà riproposta (come mai?) e approvata nel successivo mese di giugno grazie all’abbassamento del quorum dovuto all’assenza di due consiglieri.

L’autorizzazione non poteva essere concessa e il Comune di Scicli non poteva non sapere. Infatti, nel maggio del 2018 era intervenuta una drastica sentenza del Tribunale Amministrativo, sezione di Catania, che aveva respinto la pretesa di un privato che, a Donnalucata, si trovava esattamente nelle stesse condizioni, essendo proprietario di un terreno in zona “F”.

Il Tribunale, con sentenza chiara e lapidaria, aveva dichiarato che i vincoli sulle aree contraddistinte dalla “F” non sono soggetti a decadenza. Per chi non è addentro alle questioni urbanistiche, è bene evidenziare che questi vincoli (detti “conformativi”) non sono oggetti a decadenza perché consentono al privato di costruire, purché rispettando le finalità di natura pubblica dell’area.

In conclusione, a maggio del 2018 il TAR chiarisce che i vincoli in zona “F” sono “conformativi” e dunque non soggetti a decadenza.  Come se nulla fosse, nel gennaio 2019 non solo il Comune di Scicli invierà a Palermo la pratica dei 370 appartamenti di via Argo, ma la maggioranza voterà a favore di due delibere di riqualificazione che vanno in senso del tutto opposto alla sentenza del TAR.

Poiché il Consiglio Comunale non approverà, a giugno 2019 le due delibere respinte a gennaio verranno riproposte tali e quali e questa volta verranno approvate grazie all’assenza di due consiglieri. Insomma: che succede a Scicli, con l’Amministrazione avanti tutta contro il suo stesso PRG?

Gruppo promotore 100 Passi Scicli