Aumento contagi a Scicli, “Il Sindaco ha mostrato una preoccupante rassegnazione”

Lo affermano i Consiglieri comunali di opposizione dopo aver letto il post del primo cittadino pubblicato ieri sera sui social

-Pubblicità-

SCICLI – Il quadro epidemiologico a Scicli è in peggioramento da alcune settimane. L’innalzamento della curva dei contagi desta molta apprensione.

Ieri pomeriggio il sindaco Enzo Giannone ha disposto la chiusura di tutte le scuole e si è rivolto all’Asp, chiedendo che sia comunicato al Presidente della Regione di valutare ulteriori misure restrittive per contenere l’avanzata del virus in città.

Per i Consiglieri comunali di opposizione (Licia Mirabella, Giorgio Vindigni, Concetta Morana, Enzo Giannone, Marianna Buscema e Mario Marino) la preoccupazione è “doppia”. Oltre per l’aumento dei casi Covid, sono in apprensione per quanto letto su un post del primo cittadino pubblicato sui social nella serata di ieri.

Giannone, intervenuto per illustrare l’aggravarsi dell’emergenza sanitaria in città, nelle righe finali ha scritto: “… poiché tutti gli inviti e gli appelli alla serietà cadono nel vuoto, vuole dire che tutti noi ci prenderemo quello che verrà. Noi abbiamo fato il nostro dovere, ampiamente. Lo facciamo da più di un anno, in una situazione pesantissima”.

Parole che sono suonate come un campanello d’allarme all’interno della minoranza in quanto “il post pubblicato dal Sindaco –spiega il gruppo- mostra una preoccupante rassegnazione non consona ad un primo cittadino.

Per i Consiglieri comunali di opposizione “non è il momento di gettare la spugna”, ma occorre al contrario reagire con forza appellandosi, non solo alla responsabilità dei singoli, ma anche e soprattutto a quella delle istituzioni.

La minoranza consiliare afferma che “per un intero anno la maggior parte degli sciclitani si è mostrata responsabile e attenta osservatrice delle regole. Proprio per questi cittadini è necessario, oggi più che mai, continuare a lottare e non arrendersi”.

Un antico detto recita: ‘po tintu pata u buonu’. Facciamo sì –commenta il gruppo- che questo detto non abbia validità”. 

L’opposizione tende nuovamente la mano al Sindaco. “Abbiamo sempre dato la nostra piena disponibilità al sostegno per tutto ciò che riguarda l’emergenza sanitaria perché, checché se ne dica, noi consiglieri comunali siamo il front office e quindi a diretto e immediato contatto con la cittadinanza”.

Dalla minoranza consiliare arriva l’invito al primo cittadino a “ripensarci”. “Solo se si fa squadra si vince. Signor Sindaco, -concludono- ‘se vuoi andare veloce vai da solo, se vuoi andare lontano vai insieme!’”.