Scicli: la vecchia cabina Enel non c’è più!

Sindaco Giannone: “Un momento simbolico della rinascita del quartiere”

-Pubblicità-

SCICLI – Ore 12.30, via Ferraris a Jungi: al posto della vecchia cabina Enel c’è una montagna di macerie. L’opera di demolizione è ormai agli sgoccioli.

Prosegue l’azione di riqualificazione del quartiere più popoloso di Scicli da parte della giunta Giannone, e, in particolar modo, del piazzale delle Olimpiadi e della zona circostante lo stadio comunale “Ciccio Scapellato”.

L’intervento urbanistico consentirà una migliore e adeguata fruizione di spazi e aree verdi in via Ciliegio e nel piazzale antistante lo stadio, il miglioramento della viabilità delle vie Galileo Ferraris e Tiepolo, la realizzazione di nuove aree adibite a parcheggio.

All’abbattimento dell’antica opera muraria hanno assistito molti residenti del quartiere e il primo cittadino che indossava la fascia tricolore. Vi proponiamo le immagini delle prime picconate sulla cabina e alcune interviste realizzate sul posto.