Scicli, ricordate le vittime del Covid-19

Oggi, 18 marzo, ricorre la prima giornata nazionale istituita in memoria di chi ha perso la vita a causa del coronavirus

-Pubblicità-

SCICLI – Bandiere a mezz’asta e un minuto di silenzio in una città resa semideserta dalle restrizioni della zona rossa. Nel suo momento più difficile dall’inizio della pandemia, dovuto all’alto numero dei contagi, registrato nelle ultime settimane, Scicli oggi, come tutto il resto d’Italia, ricorda coloro che hanno perso la vita a causa del Covid-19.

Alle ore 11 il sindaco Enzo Giannone, con indosso la fascia tricolore, è sceso, sotto una leggera pioggia, in piazza Municipio per partecipare alla prima giornata nazionale in memoria delle vittime del coronavirus.

Accanto a Giannone c’erano anche la vice sindaca, Caterina Riccotti, e Raffaele Giallongo, in rappresentanza delle attività commerciali locali.

Il primo cittadino ha inviato un messaggio di speranza alla comunità. “Questa giornata, in questo difficile momento per la nostra città, -ha scritto Giannone- serve a farci sentire tutti ancora più uniti nel combattere un nemico invisibile ancora forte, ma che, grazie alle misure in atto e alla campagna di vaccinazioni in corso, potrà essere sconfitto. Non perdiamo la speranza e la fiducia. Uniti usciremo dall’emergenza sanitaria, economica e sociale”.