Somministrazioni vaccini a Scicli, “Centro vaccinale del Busacca da potenziare”

A chiederlo in coro il PD, Movimento Cinque Stelle, Articolo Uno, Cittadini per Scicli e il Gruppo promotore Cento Passi Scicli

-Pubblicità-

SCICLI – La campagna vaccinale in città prosegue senza particolari problemi. I tempi sono in linea con le attese, ma si potrebbe andare ancora più veloci con le somministrazioni. Cambio di passo che il punto vaccini di Scicli potrebbe sostenere con facilità se si “sfruttassero al massimo le potenzialità dell’ospedale Busacca”.

PD, Movimento Cinque Stelle, Articolo Uno, Cittadini per Scicli e il gruppo promotore Cento Passi Scicli puntano con decisione sul “potenziale inespresso” del nosocomio sciclitano, per procedere con più rapidità nelle inoculazioni del siero anti covid.

Secondo la coalizione “la struttura del Busacca si presta particolarmente a un miglioramento, grazie al facile accesso da parte della cittadinanza e soprattutto alla disponibilità di locali ampi che possono accogliere i cittadini, senza rischi di assembramenti, in particolare nella fase post somministrazione che richiede una osservazione in loco di almeno 20 minuti”.

“Riteniamo -si legge nella nota- che un potenziamento possa essere una fattiva soluzione al ‘problema’ legato alla ricerca di luoghi extra ospedalieri adattati a tale esigenza.

Le cinque forze politiche reputano necessario rafforzare il centro vaccinale locale per “facilitare e invogliare ancor di più i cittadini sciclitani ad aderire alla campagna vaccinale”, considerato anche “l’aumento della disponibilità di vaccini, grazie alle nuove consegne, e il conseguente maggiore numero di dosi che è possibile somministrare”.

Le migliorie da apportare al nosocomio sciclitano, chieste dalla coalizione in questa fase delle vaccinazioni, potrebbero risolvere anche dei disagi. “Molti cittadini sciclitani, appartenenti alla fascia 70-79 anni, -sottolinea il documento- si vedono costretti a ricorrere all’aiuto di parenti ed amici per potersi recare presso il centro vaccinale di Modica con tutte le conseguenze negative che ne possono discendere. Quindi, perchè non permettere a questi nostri concittadini di ricevere il vaccino a Scicli?”.

Centro vaccinale da potenziare, come pure l’equipe che somministra i vaccini a domicilio ai soggetti fragili. Quest’ultimi “per svariati motivi non possono uscire di casa per raggiungere i centri vaccinali”, hanno proseguito PD, Movimento Cinque Stelle, Articolo Uno, Cittadini per Scicli e il Gruppo promotore Cento Passi Scicli.

Da qui la loro proposta di migliorare l’equipe itinerante nei distretti sanitari di Ragusa e Vittoria e dal 18 marzo nel distretto di Modica, per permettere a “molte” persone sciclitane ultra ottantenni, “impossibilitate a recarsi fisicamente presso un centro vaccinale”, di essere “immediatamente vaccinate“.

La richiesta di potenziare il centro vaccinale di Scicli è diretta a Palermo. Le cinque forze politiche affermano che i rispettivi deputati regionali (Stefania Campo del M5S, Nello Dipasquale del PD e Claudio Fava di Cento Passi), “stanno predisponendo un’interpellanza parlamentare, da sottoporre al governo Musumeci per far sì che –conclude la coalzione- la voce degli sciclitani venga ascoltata da chi di competenza”.