Amministrative 2022, griglia di partenza affollata: c’è anche “Obiettivo Comune”

La nuova lista civica si presenta

-Pubblicità-

SCICLI – Per arrivare alla primavera 2022, quando la città sarà chiamata a scegliere chi dovrà amministrarla, manca ancora tanto. Di tempo per prepararsi alla tornata elettorale ce n’è in abbondanza. Ma qualcuno ha voluto anticipare i tempi per organizzarsi al meglio.

Da qualche mese a questa parte sono iniziate a “sbocciare” le prime liste civiche, come Scicli al Centro e Libertà Popolare, e a delinearsi le prime alleanze politiche, quella sancita tra Partito Democratico, Movimento Cinque Stelle e Articolo Uno ne è un esempio. Ad occupare un altro posto nella già affollata griglia di partenza c’è anche “Obiettivo Comune”.

La nuova lista civica si presenta alla città, in attesa di farlo in maniera più approfondita venerdì sera nel corso della trasmissione di SVN “Città a Confronto”.

Il gruppo fa il suo esordio con la sua presidente Sabrina Micarelli che definisce i punti programmatici iniziali e le intenzioni da trasformare in realtà.

E’ una lista civica aperta a tutta la cittadinanza e non soltanto. Siamo uomini e donne che vogliono spendersi per la propria città e che ci mettono la propria faccia e il proprio cuore”, ha così introdotto Micarelli.

La principale volontà manifestata da Obiettivo Comune è quella di “puntare alla creazione di una rete di liste civiche presenti sul territorio, unite dagli stessi valori in grado di garantire una rappresentanza politica di forte impatto, volta ad un reale rinnovamento della gestione della ‘cosa pubblica”.

Ma vi è di più”, ha aggiunto Micarelli. “La nostra visione di apertura non impone veti politici e partitici, accogliendo tutti coloro i quali sono accomunati dallo stesso interesse e da un unico programma condiviso”.

La struttura portante della costituente lista civica comincia a formarsi. Come prima finalità viene dichiarata l’intenzione di “riconsegnare la città ad un governo capace di ascoltare i bisogni dei cittadini, delle famiglie, delle imprese, che superi le diversità di genere e che si ponga a servizio della comunità, senza abbandonarsi a personalismi e autocelebrazioni, che conducono la gente a disinteressarsi delle gestione della politica”.

“Obiettivo Comune” ha in mente una città migliore, da costruire tramite “una programmazione seria e puntuale” e che si basi su “una fattiva partecipazione e sul pragmatismo che volga lo sguardo alle cose concrete”.

Per la lista civica sono diversi i temi su cui intende iniziare a lavorare: “Rispetto per l’ambiente, salvaguardia della sicurezza dei cittadini, valorizzazione delle nostre eccellenze agroalimentari, promozione della scuola, delle attività per l’infanzia e per la terza età, valorizzazione dello sport, con particolare attenzione alle tante associazioni promotrici che si dedicano con passione a tale nostro valore aggiunto”.

La presidente Micarelli rivela anche altri obiettivi della lista. Come la “valorizzazione e salvaguardia del patrimonio storico e culturale di Scicli, patrimonio dell’Unesco, e delle meravigliose spiagge, del nostro mare e delle borgate che su di esso si affacciano”.

L’elenco degli obiettivi continua: “Rilancio del lavoro attraverso l’apertura di cantieri, la programmazione anticipata della stagione estiva, attraverso eventi periodici che, in aggiunta alle feste tradizionali di cui Scicli, non solo accrescano ulteriormente il prestigio della nostra città, ma facciano da cassa di risonanza per turisti e visitatori. Cosa importantissima è che tutto questo possa essere un motore trainante per quanti e quante (ristoratori, albergatori, agenzie turistiche, associazioni che si occupano di organizzare le guide cittadine) vivono anche e soprattutto di turismo”.

Secondo “Obiettivo Comune” vi è la necessità di “rimettere al centro del dibattito le quattro borgate, da sempre trattate come bottino di voti, depredate per poi essere escluse e dimenticate, per non parlare delle numerose contrade, molte della quali mancano dei servizi essenziali”.

“Obiettivo Comune” spalanca le sue porte. “All’interno della nostra lista civica troveranno ampio spazio associazioni, gruppi, comitati presenti sul territorio e attenti a captare le criticità della nostra bellissima città, al fine di creare un tavolo sinergico -conclude Micarelli- ove dialogare con serietà e pacatezza e insieme trovare la strada migliore per costruire una Scicli a misura di cittadino”.