Hub vaccini Scicli, “Niente prenotazioni, trasferimenti personale e somministrazioni dirottate”

Il gruppo “Civici e Progressisti” non è tranquillo e torna a invocare un potenziamento delle inoculazioni al "Busacca"

-Pubblicità-

SCICLI – Il destino del centro vaccinale dell’ospedale “Busacca” si troverebbe ancora in bilico, sospeso tra vecchie rassicurazioni e nuove perplessità.

I vertici dell’Asp 7, la scorsa settimana, avevano diradato la nebbia di dubbi che offuscava il mantenimento del punto di somministrazione nel nosocomio sciclitano. Ma le preoccupazioni del gruppo “Civici e Progressiti” persistono. Teme che l’hub di Scicli possa essere stato messo ai margini della campagna vaccinale.

Stando alla coalizione che sostiene il Sindaco, ci sarebbero dei segnali che minacciano il proseguimento delle inoculazioni del vaccino anti covid in città.

L’ospedale Busacca –afferma ‘Civici e Progressisti’- già da tre settimane, non è presente sulla piattaforma che gestisce le prenotazioni. La struttura ospedaliera sciclitana inoltre continua ad essere esclusa dagli Open Day, l’iniziativa che consente di vaccinarsi senza prenotazione, agevolando così chiunque voglia farlo”.

Nell’hub vaccinale di Scicli sarebbero mancate anche le dosi da somministrare. “L’evento –precisano le forze politiche- si verificò il 18 aprile quando delle persone che dovevano vaccinarsi hanno avuto disdetti gli appuntamenti”.

A insospettire ancora di più la coalizione del Sindaco un possibile e prossimo trasferimento altrove di un’unità del personale del punto di somministrazione del “Busacca”. “Da lunedì 26 aprile –aggiunge ‘Civici e Progressisti’- un operatore del servizio sarà trasferito a Modica e, al momento, non risulta essere stata prevista la sua sostituzione”.

Le preoccupazioni delle forze di maggioranza derivano anche dai “messaggi che sono stati inviati dall’Asp 7 alle persone che si erano prenotate al Busacca per ricevere il vaccino. A queste è stato comunicato –spiega CeP- che l’inoculazione verrà effettuata presso il nuovo hub vaccinale di Modica in contrada Beneventano.

Il gruppo ricorda che nei giorni scorsi “il Sindaco di Scicli ha già sollecitato la direzione dell’azienda sanitaria provinciale ad intervenire per garantire la continuità del servizio vaccini, ottenendo fra l’altro rassicurazioni in merito. Inoltre il primo cittadino ha anche dato disponibilità di altri locali per potenziare ulteriormente la somministrazione delle dosi”.

“Civici e Progressisti” chiede al dott. Aliquò “di consentire al centro vaccini del Busacca, adeguandone il personale, di somministrare 300 prime dosi al giorno, affinché quante più persone possibili si possano vaccinare in tempi brevi.

Vengono sollecitate a intervenire anche le deputazioni regionali perché “la salute dei cittadini non venga barattata –chiude la coalizione del Sindaco- per squallidi interessi da parte di politici senza dignità”.