Chalet a Donnalucata, “la ditta può riprendere i lavori”

Il TAR di Catania concede la sospensiva dei provvedimenti assunti da Comune di Scicli e Sovrintendenza di Ragusa

-Pubblicità-

SCICLI – Ci sono delle novità sostanziali sulla costruzione dello stabilimento balneare sull’arenile di Ponente a Donnalucata.

Il Tar di Catania ha accolto la richiesta di sospensiva, nel ricorso presentato dalla ditta Antonino Agosta, contro i provvedimenti in autotutela di sospensione dei lavori presi dal Comune di Scicli e dalla Sovrintendenza ai Beni culturali e ambientali di Ragusa. La ditta Agosta può riprendere i lavori.

Nel decreto del Tribunale Amministrativo Regionale si legge, tra l’altro, che “le opere di cui trattasi devono essere consegnate al committente entro il 12 giugno 2021, sicchè ogni ritardo nell’esecuzione dei lavori pregiudicherebbe sostanzialmente l’utilizzo della struttura per la prossima stagione estiva”.