Scicli: canone unico patrimoniale, approvato il regolamento

Nel corso della seduta consiliare di venerdì scorso

-Pubblicità-

SCICLI – Il Consiglio comunale ha approvato il regolamento sul canone unico patrimoniale. Lo ha fatto nel corso della seduta di venerdì scorso. Soddisfatto l’assessore comunale ai Tributi, Guglielmo Scimonello.

“A partire dal 1° gennaio 2021 –spiega Scimonello- la tassa di occupazione di spazi e aree pubbliche e l’imposta comunale sulla pubblicità, in ottemperanza alla legge di Bilancio 2020, che riunisce in una sola forma di prelievo le entrate comunali, sono state sostituite dal Canone Unico patrimoniale“. 

Scimonello aggiunge: “Questo canone patrimoniale –prosegue l’assessore comunaleè comprensivo di qualunque canone ricognitorio o concessorio, previsto da norme di legge e dai regolamenti comunali, e regola sia il procedimento di adozione e gli effetti del provvedimento di concessione o di autorizzazione per l’occupazione del suolo pubblico e per la diffusione di messaggi pubblicitari nel territorio del Comune di Scicli, oltre, all’applicazione della relativa tassa”.

Nella foto Guglielmo Scimonello

“Voglio subito tranquillizzare i cittadini –ribadisce Scimonello– sul fatto che non ci saranno aumenti e il canone è comprensivo di ogni tassa prevista dalle norme di legge. La legge di Bilancio 2020 ha introdotto questo nuovo canone unico e spetta ai Comuni normarlo”.

“Un compito non semplice, allorché il passaggio al CUP (acronimo di canone unico patrimoniale), presenta delle criticità e richiede un impegno non indifferente. E, a proposito di zelo, professionalità e spirito di abnegazione, non posso esimermi di riconoscere il lavoro congruo e di qualità -prosegue Scimonello- prodotto ed elaborato dal Capo settore Tributi, Valeria Drago ed il suo staff che ringrazio vivamente per l’impegno profuso in occasione della fase transitoria che disciplina il nuovo Canone unico patrimoniale”.

“Per andare incontro alle esigenze dei contribuenti, è stato inserito nel Regolamento comunale –conclude l’assessore ai Tributi– la possibilità di rateizzare fino a quattro rate, per importi compresi da € 100,01 a euro 500,00; da € 6.000,01 a euro 20.000 da venticinque a trentasei rate mensili, mentre, oltre € 20.000 da trentasette a settantadue rate mensiliIl pagamento del Canone per il 2021 deve essere effettuato entro il 30 giugno”.