Scicli, oltre il barocco c’è di più: aree minerarie, grotte e paesaggi da scoprire

Tornano le visite guidate di Esplorambiente

-Pubblicità-

SCICLI – Oltre il barocco c’è di più. Alle “spalle” del centro storico, Scicli nasconde altri tesori di grande interesse storico e naturalistico, come la vasta area mineraria della Cava Santa Maria La Nova, gli scorci paesaggistici offerti dalle contrade Torre Palombo e Catenazzello e le meraviglie del Colle di San Matteo.

E’ è in questi luoghi che Esplorambiente ha deciso di “disegnare” il percorso del suo prossimo trekking, in programma domenica 13 giugno. Gli escursionisti partiranno alle ore 8:30 da Piazza Italia, vicino alla Chiesa Madre, per una visita guidata che durerà l’intera giornata.

L’escursione –spiega Esplormbiente- partirà dall’area di estrazione del calcare lungo la Cava di Santa Maria La Nova, rappresentata da tante cave in sotterraneo (latomie) e a cielo aperto, immerse in una vegetazione cespugliosa, in questo periodo maggiormente costituita da timo in fiore”.

L’antica scalinata del Capitolo, antica scorciatoia tra la città e le campagne, costeggiata da piante di cappero, -prosegue l’associazione- ci condurrà dall’alveo della Cava sino all’altura di contrada Torre Palombo. Percorso un tratto di strada nella quiete più assoluta, adiacente campi di carrubeti e casolari, si arriverà in contrada Catenazzello, zona di alto interesse archeologico sia per la presenza scolpita sulla roccia dell’effige della Dea Tanit sia del sito dei ‘Rutti Pirciati’ (grotte), che a strapiombo sulla parte rocciosa imperano sul quel tratto di Cava. Seguirà una pausa con pranzo a sacco all’aperto a godere dell’ombra e dell’ossigeno di un maestoso carrubo ubicato in un’area scenografica ed idilliaca”.

Nel pomeriggio dall’altura percorrendo i sentieri del Colle di San Matteo, – aggiunge EA- andremo alla scoperta di affascinanti torri, castelli, grotte, sepolture, chiese e chiesette, lambendo ed osservando dall’alto il canyon della Cava di San Bartolomeo, custode del quartiere troglodita di Chiafura ed anche di altre numerose pirrere”.

“L’escursione si avvierà al termine dopo un’intensa e piacevole giornata trascorsa immersi nella storia e nella natura a poche centinaia di metri –conclude Esplorambiente- dalla vita frenetica della incantevole città di Scicli patrimonio dell’umanità”.

Di seguito delle informazioni utili sul percorso e le modalità di iscrizioni alla visita guidata.

-Dislivello 138 m (Quota altimetrica minima 107 m s.l.m., Quota altimetrica massima 245 m s.l.m.)
-Lunghezza percorso circa 5 Km.
-Grado di difficolta medio
-Raduno ore 8:30, Chiesa Madre, Scicli (RG) e rientro ore 18,00, Piazza Italia, Scicli (RG)
-Pranzo a sacco
-Quota di partecipazione 5,00 euro (bambini di età inferiore a 11 anni gratis)
-Consigli utili: scarpe da trekking o simili, pantaloni tipo jeans, cappellino, acqua da bere (2 litri)
-Prenotazione A: https://forms.gle/19SVfrZnsDjVTPkX6
-Per Info e Prenotazioni: tel. 338 5698916