Scicli: colture senza acqua, rubinetti chiusi dal Consorzio

Stamattina protesta dei produttori agricoli della fascia trasformata

-Pubblicità-

SCICLI – I produttori agricoli della fascia costiera di Scicli sono allarmati per la mancata erogazione da parte del Consorzio di Bonifica dell’acqua a fini irrigui.

I lavoratori, addetti alla distribuzione, dell’ente consortile, senza stipendio ormai da numerosi mesi, non sono più in grado di sostenere neanche le spese per recarsi sul posto di lavoro. Una sorta di effetto domino. Intanto le colture, in questo periodo di forte caldo, restano senza irrigazione con grave danno sulle produzioni.

Nella sede di contrada ‘Spinasanta’ a Donnalucata lavorano 150 persone, 50 a tempo indeterminato 100 a tempo determinato. Da cinque mesi non prendono gli stipendi e sono pure in credito con il Consorzio per non avare ricevuto i rimborsi chilometrici.

Le criticità economiche riguardano complessivamente circa 400 lavoratori provinciali, la grave situazione è stata illustrata in una riunione in prefettura. Si attendono gli sviluppi.

Eventuali repliche a redazione@sciclivideonotizie.it