Indennità Covid-19 a lavoratori e imprese del terziario, novità per richiederla

Ente bilaterale del terziario di Ragusa chiarisce agli interessati le indicazioni fornite dall’Inps

-Pubblicità-

SCICLI – Novità in merito alla presentazione della domanda di indennità Covid-19. A comunicarle è l’Ente bilaterale del terziario di Ragusa che, rivolgendosi ai lavoratori e alle imprese del terzo settore ibleo, specifica come l’Inps, con circolare n. 90 del 29 giugno scorso, abbia fornito indicazioni utili per accedere alla misura di sostegno.

L’articolo 42, comma 1, del D.L. n. 73/2021 (c.d. Decreto Sostegni bis) ha previsto a favore dei soggetti già beneficiari dell’indennità, di cui all’articolo 10, del D.L. n. 41/2021 (c.d. Decreto Sostegni), -viene spiegato in una nota- l’erogazione di un’indennità una tantum di importo pari a 1.600 euro per le seguenti categorie: lavoratori stagionali e lavoratori in somministrazione dei settori del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori in somministrazione appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori intermittenti; lavoratori autonomi occasionali; lavoratori incaricati alle vendite a domicilio; lavoratori a tempo determinato dei settori del turismo e degli stabilimenti termali; lavoratori dello spettacolo”.

I lavoratori già beneficiari delle indennità di cui all’articolo 10 del D.L. n. 41/2021 –chiariscono dal direttivo dell’Ebt Ragusa– non devono presentare una nuova domanda per l’accesso all’indennità una tantum. I lavoratori che non hanno invece beneficiato delle indennità di cui all’articolo 10 del D.L. n. 41/2021 possono presentare domanda per il riconoscimento delle indennità omnicomprensive, entro il 30 settembre 2021”.

Per ulteriori informazioni Ebt Ragusa informa che è possibile contattare i suoi uffici di via Roma 212 al numero telefonico 0932.622522.