Scicli: la corrente elettrica “salta”, danni alle attività commerciali

I commercianti: “Cosa fa il Comune nei confronti della società dell’energia elettrica per tutelarci? Non solo il Covid anche la luce ci si mette”

Foto "I Love Scicli"
-Pubblicità-

SCICLI – Cosa succede in questa città? Nelle ultime settimane, in piena stagione estiva, si registrano improvvisi black-out di corrente elettrica, nel cuore di Scicli (via Penna e zone limitrofe), che paralizzano, per molte ore, il lavoro delle attività commerciali, in particolare bar, ristoranti, pizzerie e pub.

Spesso accade anche che sbalzi di tensione “affossano” attrezzature, apparecchi digitali ed altro. Quando poi la corrente ritorna, si contano i danni subiti. Cosa causa il disservizio? I commercianti sono arrabbiati con la società che gestisce la fornitura di energia elettrica, per le continue interruzioni, e col Comune, accusato “di non intervenire a difesa degli utenti”.

“L’altra volta la corrente –ci dicono alcuni operatori commerciali di via Penna- è andata via dalle 19 all’una di notte. Facile immaginare cosa significa. L’interruzione avviene in orari centrali per noi. Siamo reduci –concludono- da gravi perdite economiche per la pandemia e, in questa fase di lenta ripresa, subiamo altri danni importanti per la mancanza di un servizio che dovrebbe essere costante. Perdiamo clienti e la merce deperibile va in malora”.