Musica e solidarietà al Convento del Rosario di Scicli

A cura dell’associazione ‘Amici dei bambini’. Ha partecipato anche l’associazione musicale ‘Ottavio Penna’

-Pubblicità-

SCICLI (di Massimiliano Dongola) – Edificata nel 1567, l’antica e bella chiesa del Rosario fu per molto tempo il luogo ove P. Timoteo Longo, fondatore dell’ordine delle suore domenicane del Sacro Cuore di Gesù, ha dedicato tutta la sua vita all’istruzione e all’educazione di tanti bambini, tra cui anche orfani.

Oggi come allora, il suo ruolo non si smentisce. Giovedì 12 agosto infatti si è svolto un evento il cui tema principale è la solidarietà, organizzato dall’associazione ‟Amici dei bambini‟, dal centro diurno del Rosario, a cui ha partecipato l’associazione musicale A.P.S. ‟M°Ottavio Penna‟ città di Scicli.

L’evento ha riscosso il meritato successo, nonostane il gran caldo che da giorni assilla la nostra regione, così come detto da Marco Reboa, socio fondatore dell’associazione “Amici dei bambini‟, il quale si è anche congratulato sia per l’organizzazione sia per il numero di presenti, malgrado appunto le elevate temperature.

In tale evento i bambini hanno raccontato mediante scenette, balli e recite di poesie, la giornata tipo che si svolge al convento. Come tutti i bambini della loro età, la giornata inizia con la scuola, dopodiché i due pulmini del centro diurno li riportano al convento dove gli è offerto il pranzo abbastanza generoso, preparato con affetto da suor Lucinda e volontari.

Le spese per il mantenimento degli operatori, dei pulmini e di tutto quello che occorre per poter garantire le attività del centro diurno sono sostenute da benefattori, tramite l’associazione “Amici dei bambini‟, i quali sono stati invitati a partecipare alla serata dell’evento.

Il momento dello studio e dei compiti viene gestito da operatori che, con tanta pazienza, cura ed amore, aiutano i ragazzi nell’istruzione e nell’educazione. I bambini hanno soprattutto raccontato con gioia i bei momenti di gioco e le belle giornate di mare che il centro diurno ha fatto trascorrere loro, grazie anche agli operatori del centro.

Hanno raccontato delle lezioni di ballo e di musica offerte rispettivamente da una scuola di ballo di Scicli e dall’associazione musicale “O. Penna” che, durante l’anno scolastico, nonostante i momenti di fermo a causa delle restrizioni anti-covid, hanno impartito lezioni gratuite di flauto traverso, tromba, clarinetto.

Anche alcuni ragazzi dell’associazione musicale, tra cui Maria Pia Rizza, Trovato Savio, Farese Bryan, capendo lo scopo ed il fine dell’associazione di promozione sociale, hanno donato parte del loro tempo, interagendo con ragazzi dotati di spiccate capacità musicali, aiutandoli nello sviluppo e perfezionamento di quest’ultime.

Due i momenti musicali che hanno caratterizzato la serata: in un primo momento Maya e Guglielmo, due dei 7 ragazzi che studiano musica, hanno eseguito un pezzo musicale Aurelio Magnani, con i loro insegnanti; in un secondo momento, a chiusura della serata, il coro dei bambini insieme ad alcuni elementi della Banda musicale hanno cantato ed eseguito il pezzo “All you need is love”, momento veramente toccante. La serata è stata animata da Silvia Noè, presidente fondatrice dell’associazione “Amici dei bambini‟.

Dato il nobile scopo del progetto musicale, l’associazione musicale A.P.S. si impegna nella perseveranza di quest’ultimo, avviato da qualche anno con il centro diurno del Rosario. Ricordiamo che le attività musicali per statuto non sono volte solo a processioni e concerti.

 Massimiliano Dongola