Scicli, si presenta il corso di laurea triennale in Beni Archeologici

La facoltà prossima all’attivazione a Noto sarà presentata martedì 7 settembre, a partire dalle ore 18. L’evento chiude il ciclo delle serate estive del Centro Studi di Scicli

Foto repertorio
-Pubblicità-

SCICLI – Ultima serata del ciclo di incontri estivi, organizzato dal Centro Studi e Documentazioni di Scicli, durante cui sono state illustrate le nuove ricerche e scoperte sui luoghi e personaggi della città.

Il prossimo martedì 7 settembre, alle ore 18, al giardino di palazzo “Bonelli – Patanè” si presenta il corso di laurea triennale in Beni Archeologici che sarà attivato quest’anno a Noto, grazie alla sinergia tra CUMO (Consorzio Universitario Mediterraneo Orientale) e Università degli Studi di Messina.

L’evento sarà moderato dall’archeologo sciclitano Pietro Di Rosa e interverranno il vicesindaco di Scicli e assessore comunale alla Cultura, Caterina Riccotti, e il presidente CUMO, Rosario Pignatello.

Durante la serata si approfondirà la figura dell’archeologo nella società, la sua professione e il ruolo del nuovo corso di laurea nel nostro territorio. Sugli argomenti relazioneranno il prof. Gioacchino Francesco La Torre, docente di archeologia classica, Rosario Pignatello, archeologo specializzato in servizi per l’archeologia preventiva, e il docente di archeologia classica e coordinatore provvisorio del CdS, Lorenzo Campagna.

Il Centro Studi e Documentazione di Scicli fa sapere che l’evento, come da normativa vigente, è riservato ai soli possessori di green pass.