Il Comune di Scicli nella rete di protezione sociale per i più deboli

Firmato a Modica il "Patto per la Rete per la protezione e l’inclusione sociale"

-Pubblicità-

SCICLI – Nell’ambito del Piano di zona, il Comune di Scicli ha firmato nei giorni scorsi, a Palazzo San Domenico di Modica, il “Patto per la rete per la protezione e l’inclusione sociale”, che vede coinvolti anche i Comuni di Modica, Pozzallo e Ispica.

Per il Comune di Scicli era presente il vicesindaco Caterina Riccotti. “La firma sulla convenzione -spiega Riccotti- sancisce anche la creazione del cosiddetto ‘Ufficio di Piano’, un organismo di gestione sovracomunale che avrà la propria autonomia nella gestione dei progetti inerenti i servizi sociali dei quattro comuni, con una sede anche a Scicli. Ciascun Comune sarà protagonista nella progettazione, nella programmazione dei servizi sociali, nella ripartizione delle somme e nel dare risposte adeguate ai cittadini.

Nella foto il vicesindaco Caterina Riccotti al momento della firma del “Piano per la rete per la protezione e l’inclusione sociale”

La Regione Siciliana ha infatti -aggiunge il vicesindaco- rivoluzionato la programmazione dei servizi sociali nell’Isola, creando una gestione associata delle politiche sociali, dando a ciascun Comune un ruolo inedito e di protagonismo”.

Nasceranno ora -conclude Riccotti- i tavoli tematici dentro la Rete con le realtà del terzo settore, in cui gli assistenti sociali e il personale amministrativo lavoreranno insieme al fine di superare le criticità”.