Danni maltempo, la Protezione civile nazionale a Scicli

Stamattina compiuto un sopralluogo alla Cava di Santa Maria La Nova

-Pubblicità-

SCICLI – Stamattina alcuni tecnici della Protezione Civile nazionale sono stati ricevuti a palazzo di città dal sindaco Enzo Giannone, alla presenza dei tecnici comunali, di Carabinieri, Polizia municipale, dell’esperto Ignazio Fiorilla, dei colleghi del dipartimento della Protezione Civile di Ragusa e di Catania.

I tecnici romani hanno preso visione delle relazioni sui rischi cui è soggetto il territorio, anche in relazione agli ultimi eventi atmosferici, e subito dopo hanno fatto un sopralluogo lungo la Cava di Santa Maria La Nova. In quel sito, circa un mese fa, si è verificato il crollo di un costone roccioso, rovinato nei pressi di una abitazione.

“La squadra tecnica inviata da Roma – spiega il sindaco Enzo Giannone – ha il compito di esaminare i danni reali e le situazioni di rischio residuo connessi con gli eventi atmosferici estremi, per i quali la Regione ha deliberato lo stato di emergenza”.

“Gli ispettori della Protezione Civile nazionale – conclude Giannone – hanno preso anche visione dei documenti tecnici ed amministrativi predisposti dal Comune, per tutte le valutazioni del caso”.