Le squadre sciclitane tornano a giocare in casa: omologato il “Ciccio Scapellato”

L’assessore allo Sport, Guglielmo Scimonello: “Impegno rispettato”. Il direttore generale dello Scicli C.R., Peppe Puglisi: “Finalmente!”

-Pubblicità-

SCICLI – Allo stadio comunale “Ciccio Scapellato” si torna a giocare, già da sabato prossimo. L’impianto ieri ha ricevuto dalla FIGC (Federazione Italiana Gioco Calcio) il via libera ad ospitare le gare di campionato.

Dopo anni di attesa, polemiche e una lunga trafila burocratica, la situazione di stasi che si era creata attorno alla struttura sportiva si è risolta finalmente per il meglio. Si tratta di una notizia che dà maggiore serenità alle società calcistiche locali, costrette fino ad oggi a disputare le partite casalinghe nella vicina Modica, sostenendo ovviamente delle spese.

L’omologazione concessa, rinnovabile ogni quattro stagioni sportive, riguarda il terreno di gioco e sarà valida fino al dicembre del 2025. Necessari per ottenere l’ok della FIGC sono stati i recenti lavori di pulizia e livellamento del campo e gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria degli spogliatoi.

Sono davvero contento – commenta l’assessore allo Sport, Guglielmo Scimonelloche le nostre squadre potranno giocare di nuovo tra le mura amiche. L’impegno è stato rispettato”.

La decisione della federazione è stata accolta con grande soddisfazione anche dallo Scicli CR. “Il ‘Ciccio Scapellato’ – afferma in una nota il direttore generale della società, Peppe Puglisipuò finalmente contare su un terreno di gioco in grado di ospitare incontri ufficiali”.

Nella foto Peppe Puglisi

“Devo ringraziare l’assessore allo Sport e gli uffici preposti del Comune che hanno permesso l’esecuzione dei lavori di manutenzione, fondamentali per ottenere l’omologazione del campo da gioco. Si mette così la parola fine all’emigrazione delle squadre di Scicli in altri campi della Provincia per poter giocare”, conclude Puglisi.