Estradato in Italia l’ex consigliere provinciale Silvio Galizia

La notizia è apparsa oggi sul quotidiano “La Sicilia”

-Pubblicità-

SCICLI – L’ex consigliere provinciale Silvio Galizia è stato arrestato all’estero ed estradato in Italia. La notizia è apparsa questa mattina sul quotidiano “La Sicilia”.

Il nome del 54enne sciclitano, come riporta l’articolo, figura nel consuntivo delle attività svolte nel 2021 dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza, Direzione Centrale della Polizia Criminale, Servizio per la Cooperazione Internazionale e pubblicato dal Ministero dell’Interno.

“La Sicilia” scrive, inoltre, che il dossier, in cui vengono elencati tutti i latitanti arrestati nel corso del precedente anno, alla voce “delitti sessuali” fa riferimento a Galizia che risulta essere stato arrestato a Capo Verde ed è stato già estradato in Italia.

Nel 2015 Galizia (che scelse il rito abbreviato), si legge ancora nell’articolo, venne condannato dal Tribunale di Siracusa a 4 anni e 8 mesi di reclusione per violenza sessuale ai danni di una bambina di 10 anni, oltre al risarcimento dei danni in favore delle parti civili e ad una immediata provvisionale di 30mila euro sempre per la parte civile.

Secondo quanto pubblicato da “La Sicilia”, pare che dopo la sentenza Galizia abbia fatto perdere le proprie tracce, rifugiandosi all’estero.