-Pubblicità-

SCICLI – Molti sostengono che Scicli non sia una città per sportivi e giovani. Dicono che il patrimonio sportivo sia poco bastevole e mal ridotto e che le nuove generazioni non abbiano l’opportunità di mettersi in gioco.

Sono le stesse problematiche rilevate anche da Giorgio Vindigni che ha già tracciato delle linee di intervento da cui si potrebbe partire.

Il candidato Sindaco considera necessario dare un immediato segnale di sostegno all’associazionismo sportivo di base, negli ultimi anni abbandonato a sé stesso, e supportare anche i comitati organizzatori degli eventi sportivi.

L’attuale Consigliere comunale punta a rendere immediatamente operative tutte le opportunità legate al miglioramento di palestre e degli spazi sportivi scolastici, potenziando anche la dotazione di attrezzature; promuovere la cultura delle attività motorie e sportive, in collaborazione con il Miur e i dirigenti scolastici.

In cima alla lista delle priorità, stilata da Vindigni, ci sono gli impianti sportivi di Scicli, che continuano a essere “trascurati” o addirittura chiusi.

Una situazione che ha provocato, in questi anni, grande malcontento nelle associazioni sportive, che hanno lanciato continue sollecitazioni a palazzo di città.

Lo sport è fondamentale soprattutto per la crescita delle nuove generazioni. Lo sa bene il candidato Sindaco che considera i giovani i veri protagonisti dello sviluppo economico, sociale e culturale di Scicli.

Vindigni è dell’idea che bisogna sostenere con decisione la loro capacità di visione, il loro impegno, la loro creatività per creare insieme nuovi modelli di sviluppo. E intende farlo prevedendo nuovi spazi, dove i ragazzi possono incontrarsi, confrontarsi e produrre cultura.

Come agire per rendere tutto ciò possibile? Il candidato Sindaco ce lo spiega meglio nel video che pubblichiamo in alto.