Amministrative, entra in gioco Scicli Bene in Comune

Bruno Mirabella va con Caterina Riccotti

SCICLI – Continuano gli effetti della “frammentazione” di Civici e Progressisti. Dopo la candidatura a Sindaco di Rita Trovato, appoggiata dalla Consigliera comunale Resi Iurato, l’attuale vicesindaco Bruno Mirabella dà vita a Scicli Bene in Comune, sostenendo la candidata alla poltrona di primo cittadino Caterina Riccotti

“La scelta di appoggiare il gruppo capitanato da Start Scicli e dalla sua candidata, l’avv. Caterina Riccotti – riporta un documento dello stesso SBiC -, è stata dettata dalla necessità di raggiungere un obiettivo di non poco conto: la ‘rivoluzione gentile’ doveva riportare in campo la politica e le sue strutture di riferimento, ossia la partecipazione democratica alla vita dell’Ente, ma soprattutto doveva riunire in un’unica area il mondo progressista di Scicli“.

“Questa promessa – si legge ancora nel comunicato – ha incontrato vari ostacoli e ciò ha comportato la frantumazione della sinistra nel nostro paese. Sbic vede in prima linea l’ing. Bruno Mirabella, Giuseppe Zisa, l’agronomo Leandro Nigro, l’imprenditrice Francesca Schirò e la ‘nuova sciclitana’ Rita Luciani, sociologa attualmente in pensione, supportati da un gruppo di professionisti competenti e giovani attivisti, impegnati nella costruzione di un tavolo unico di riferimento per tutti coloro che si ritrovano nei valori dell’antifascismo, della difesa dell’ambiente e del sostegno alle fasce più deboli della popolazione”.  

Nella stessa nota viene detto che il programma è incentrato “sul valore-dovere della partecipazione, ma è soprattutto un programma da costruire in itinere su questi sette pilastri: bilancio partecipato; baratto amministrativo; verde pubblico e tutela delle coste; spazi dedicati ai centri incontro intergenerazionale; utilizzo sostenibile dei fondi del PNRR; la costruzione di una rete efficiente di protezione civile; la trasformazione del Comune in una Casa per tutte e tutti, attraverso l’istituzionalizzazione di incontri settimanale, per avvicinare la cittadinanza all’amministrazione”.

Scicli Bene in Comune lancia un appello agli indecisi e agli esponenti della sinistra sciclitana, sia ai membri dei movimenti che agli istituzionali: “Siamo ancora in tempo per mettere da parte gli individualismi e i personalismi, e per scavalcare le barriere che ci hanno frammentato e dunque confluire in un progetto comune, realmente progressista”.