Scicli e la “Giornata Mondiale del Rifugiato”

La manifestazione coinvolgerà l’associazionismo e le scuole

SCICLI – La città apre le porte alla “Giornata Mondiale del Rifugiato”, in programma domani in piazza Municipio e nel suggestivo scenario dell’antica Villa Penna. La giornata è promossa da CGIL e Mediterranean Hope – Casa delle Culture, in collaborazione con le realtà del terzo settore, facenti parte del Patto di Solidarietà di Scicli, con il Progetto SHUBH (Servizi integrati per l’autonomia socio- economica dei titolari di Protezione Internazionale) e con il patrocinio del Comune di Scicli.

La Giornata Mondiale del rifugiato, indetta dalle Nazioni Unite, ha lo scopo di commemorare l’approvazione nel 1951 della Convenzione relativa allo Statuto dei rifugiati da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Si comincia alle ore 11 sotto la sede del Comune“Nel corso della giornata – riporta una nota di CGIL – verranno promosse attività didattico–ricreative per i ragazzi, di intrattenimento e anche momenti di riflessione sulle ‘Rotte migratorie e dell’accoglienza e strategie di integrazione’, al fine di approfondire la tematica anche relativamente al nostro territorio. Si inizierà con un laboratorio creativo ed interattivo ‘Costruire la pace’, curato dagli operatori dalla Coop. Soc. Agire e rivolto a tutti i bambini e ragazzi che vorranno partecipare.

Un secondo laboratorio – si legge nel comunicato – è organizzato a Villa Penna. Prendendo ispirazione dai colori e simboli delle bandiere che colorano e caratterizzano ogni stato nella sua identità i bambini, saranno chiamati ad intrecciare i loro colori e, seguiti dagli operatori dell’Opera diaconale metodista e MH Casa delle Culture, daranno ampio spazio alla loro fantasia e in un intreccio di colori realizzeranno dei segnalibri, che potranno portare con sé a casa, insieme al ricordo di un pomeriggio in compagnia”.

“Gli alunni delle classi quarte e quinte degli istituti Comprensivi ‘Don Milani’ e ‘Dantoni’ hanno realizzato dei disegni e originali illustrazioni che saranno esposti negli spazi esterni della villa comunale in un allestimento interattivo a partire alle ore 16:30″.

“Un momento di riflessione, a cura della CGIL e Mediterranean Hope – Casa delle Culture – prosegue il sindacato -, coinvolgerà alle ore 19:30 a Villa Penna, enti ed associazioni impegnate nel territorio. Verranno approfonditi i temi dei progetti dedicati ai corridoi umanitari e del supporto psicologico a quanti scappano dal proprio paese per necessità, avendo vissuto sulla propria pelle tragedie inimmaginabili e cercando rifugio altrove.

“Ampio spazio di approfondimento – conclude il documento – sarà dato al rispetto del loro diritto alla salute e all’istruzione, nonché all’accesso al mondo del lavoro, libero da discriminazioni”.

A villa Penna saranno presenti anche gli artigiani locali che esporranno le loro opere di manifattura artigiana: pizzi, ricami, bijou e lavori fai da te impreziosiranno gli angoli della Villa. Uno spazio sarà dedicato anche alla lodevole iniziativa “La stanza del riuso” e lo stand del dolce a cura della Casa delle Donne.

Chiuderà la serata a villa Penna la coinvolgente esibizione di musica popolare di “Carmelo Errera e gli Scacciadiavoli”.