Esigenze e criticità del litorale sciclitano, il sindaco Marino va in Capitaneria

Ieri mattina il primo cittadino si è recato a Pozzallo per incontrare il comandante Donato Zito

-Pubblicità-

SCICLI – Trasferta pozzallese ieri mattina per il sindaco Mario Marino, recatosi in Capitaneria di Porto per incontrare il comandante Donato Zito.

Si è trattato di una visita istituzionale di presentazione, riferiscono da palazzo di città, durante cui sono stati affrontati anche una serie di temi, legati alla gestione delle questioni emergenti, che riguardano la fascia costiera di Scicli.

L’incontro, improntato a grande cordialità e a spirito di collaborazione fra Enti, – commenta il Sindaco – è servito a fare il punto sulle molteplici criticità che coinvolgono le due amministrazioni”.

Marino e Zito hanno parlato delle operazioni di dragaggio del porticciolo di Donnalucata, grazie alla draga ora passata nella proprietà del Comune di Scicli, della pulizia degli arenili, nel rispetto dell’orografia del sistema dunale, della gestione del demanio marittimo e delle diverse istanze che i privati pongono all’attenzione della Pubblica Amministrazione, secondo una visione complessiva delle esigenze di fruizione delle spiagge e dei servizi ad esse connesse.

Nella foto il comandante Donato Zito e il sindaco Mario Marino

Il confronto – afferma il Sindaco – ha avuto un approccio operativo, sin dalle prime battute, e ha riguardato da un lato le necessità della marineria sciclitana, dall’altro quello dei villeggianti, che scelgono le borgate di Scicli per le loro vacanze estive”.

In questo senso sono state affrontate le peculiarità dei problemi che riguardano Sampieri, Cava d’Aliga, Donnalucata, con un focus anche su Playa Grande, dove la collaborazione fra privato e pubblico – termina Marino – potrà contribuire a risolvere alcune annose questioni”.