Entusiasmo e idee chiare: l’Handball Scicli Social Club prende forma

Il team gialloverde, una ventina di atleti in tutto, inizierà la preparazione fisica lunedì 22 agosto, agli ordini del neo allenatore Luigi Ciavorella. Il settore giovanile affidato a Luca Ammatuna

Nella foto da sinistra Luigi Ciavorella e Luca Ammatuna
-Pubblicità-

PALLAMANO – Una società che dimostra di avere le idee molto chiare su quello che sta facendo e su quello che farà nell’immediato futuro.

Largo ai giovani”, questo è lo slogan della nuova società gialloverde, Asd Handball Scicli Social Club.

Anche nei giorni festivi, appena trascorsi, la dinamica dirigenza sciclitana non è stata a guardare, affrontando un lavoro organizzativo a dir poco proibitivo.

Non ancora ufficializzata l’iscrizione al campionato di serie B per la stagione 2022/2023, ma il tutto dovrebbe avvenire entro breve termine.

La società al momento ha sciolto la riserva per ciò che concerne la guida tecnica. Sarà Luigi Ciavorella il coach della prima squadra, un navigato giocatore degli anni ’90 che ha ricoperto il delicato ruolo di portiere.

Luca Ammatuna sarà il responsabile del settore giovanile (under 17 e under 15), giocatore in attività, nel ruolo di ala fino alla scorsa stagione, sebbene non abbia avuto una costante presenza.

Il gruppo gialloverde, una ventina di atleti in tutto, inizierà la preparazione fisica lunedi 22 agosto, agli ordini del neo allenatore Ciavorella.

Le prime sedute si svolgeranno, di mattina,  su un arenile della costa sciclitana, abbinando il carico allo scarico, con nuotata finale a mare, poi, la seconda settimana il gruppo si allenerà al geodetico di Jungi per affinare la tecnica individuale e provare situazioni tattiche.

Ciavorella, in merito al suo impegnativo incarico ha chiosato: “Sono lusingato per la nuova esperienza che andrò a fare. Un grazie a tutta la dirigenza per avermi dato fiducia. So che avrò un gruppo di ragazzi molto promettenti e che hanno voglia di lavorare e di migliorarsi”.

In questo modo si va a riprendere con tanto slancio un discorso che da tanti anni a Scicli non veniva effettuato con la valorizzazione dei giovani locali. Cercherò di apportare metodologie e schemi di gioco complementari in grado di stimolare i ragazzi. Non vedo l’ora di iniziare”, ha concluso il coach.

In seno alla dirigenza tutti stanno lavorando in modo instancabile per l’organizzazione di un torneo, nei giorni 3 e 4 settembre, con squadre provenienti da Malta, Mascalucia e Ragusa, con l’intento di ricordare Fabian Tabaku, giovane e promettente atleta sciclitano, distintosi per le sue qualità tecniche nel panorama nazionale di pallamano, venuto a mancare prematuramente lo scorso anno.

Ottavio Modica