Scicli, manette e denunce per ladri di carrube

Nel solo mese di agosto sono state arrestate sette persone

-Pubblicità-

SCICLI – I Carabinieri hanno messo in atto un piano di contrasto al fenomeno dei furti di carrube nelle campagne iblee.

Risultano ben sette le persone arrestate nel solo mese di agosto, due invece quelle denunciate a piede libero. Tutti i furti scoperti sono stati consumati a Scicli, principalmente in alcuni terreni di contrada Bommacchia.

Gli ultimi tre arresti proprio tre giorni fa. I militari della stazione di Donnalucata hanno arrestato due uomini ed una donna, tutti originari di Scicli ed incensurati, colti in flagranza di reato.

I tre arrestati si erano introdotti in un terreno, dove hanno iniziato a rubare il frutto. Notati dai Carabinieri, impegnati in un servizio preventivo, sono stati immediatamente fermati e controllati.

Sottoposti a perquisizione, i soggetti sono stati trovati in possesso di alcuni grandi sacchi di juta, contenenti una quantità complessiva di carrube pari a 110 chilogrammi.

La refurtiva è stata sequestrata e restituita al legittimo proprietario. Nel mese di agosto l’attività della compagnia Carabinieri di Modica ha portato complessivamente al sequestro ed alla restituzione ai legittimi proprietari di oltre 500 chilogrammi di carrube, per un valore di circa mille euro. L’azione di contrasto al furto di carrube continua.