Handball Scicli Social Club, miglior debutto non poteva esserci

Ieri sera al geodetico di Jungi il team sciclitano ha asfaltato gli avversari. Il coach Luigi Ciavorella: “L’esordio un’emozione unica. Bravi tutti, ma siamo solo all’inizio: dobbiamo continuare a lavorare tanto”

Foto scattata da Ottavio Modica
-Pubblicità-    

ASD HANDBALL SCICLI SOCIAL CLUB 41

GIRGENTI 15

(pt 20-6)

Scicli Social Club: Occhipinti, Ficili 2, Marino 5, Dudija 2, Ballaera 3, Ciavorella 13, Carbone 4, Drago 5, Sammito 4, Causarano 2, Incatasciato 1, Tasca, Russino. Allenatore: Luigi Ciavorella.

Girgenti: Randisi, Proietto 8, Prinzivalli 1, Meli 2, Di Maria, Ceraulo 3, Alfano 1. Allenatore: Maurizio Camilleri.

Arbitri: Michelangelo Manuele e Antonio Castagnino.

PALLAMANO – Goleada dello Scicli Social Club sul Girgenti, all’esordio nel campionato di serie B, in veste di matricola.

Grande festa al geodetico di Jungi prima dell’inizio della partita e al termine per la sonante vittoria sugli avversari. La squadra ospite, scesa in campo con solo sette effettivi, nulla ha potuto contro i gialloverdi padroni di casa.

Troppo netto il divario fisico e alla fine anche quello tecnico, anche se nei primi minuti gli ospiti, trascinati dall’esperto Proietto, sono riusciti a sbloccare la gara e a tenersi alla pari e più precisamente nei primi dieci minuti.

Nella foto Gaetano Ciavorella

Poi è stato un monologo dei ragazzi locali, trascinati dal loro capitano Gaetano Ciavorella.

Nella foto Giovanni Marino

Grande prestazione del veterano Giovanni Marino, tornato con grande voglia sul campo di gioco, nonostante alla soglia del cinquantesimo compleanno, che ha saputo dettare i tempi e i ritmi partita. Il primo tempo si è concluso con uno scarto notevole 20-6.

Il secondo tempo si è giocato per la cronaca e per consentire a tutti di trovare minutaggio, in vista anche delle altre impegnative gare. La squadra sciclitana ha allentato un po’ la pressione difensiva, subendo in quattro minuti (dal 13’ al 17’) ben tre penalità (inferiorità numerica) di due minuti, lasciando spazio per qualche giocata all’ammirevole e grintoso team agrigentino, sospinto dalla panchina dal passionale Camilleri. Al suono della sirena il tabellone segna 41-15.

La squadra gialloverde ha dimostrato tante cose positive, in primis, una bella coesione come gruppo, un buon giro palla e una buona tenuta atletica, ma deve affinare alcune situazioni, soprattutto nelle ripartenze, dovendo trovare più precisione e freddezza nelle conclusioni.

Queste le parole di Luigi Ciavorella, coach dei gialloverdi, al termine della partita: “Non posso nascondere l’emozione che ho provato al fischio d’inizio della partita. Alla fine abbiamo ottenuto un successo che ci dà tanto entusiasmo nel continuare a lavorare per migliorarci”.

Oggi ho visto tante cose buone e ho avuto modo di fare tesoro di alcuni errori commessi dai ragazzi in alcuni momenti. Alla fine dal profondo del cuore mi viene di dire bravi tutti. Siamo solo all’inizio e dobbiamo continuare a lavorare tanto. La soddisfazione per la vittoria è notevole – conclude Ciavorella -, ma la strada da percorrere per la crescita di tutti i giovani talenti è ancora lunga”.

Archiviata questa partita, non resta che concentrarsi sulla gara di domenica prossima 30 ottobre, quando la squadra andrà a far visita alla Pallamano Marsala.

Ottavio Modica