Scicli Sport Club sul velluto contro il Girgenti. Ora c’è il derby

La compagine sciclitana domina ad Agrigento. Il presidente Enrico Parisi Assenza: “Tra noi e gli avversari divario netto. Siamo già concentrati sulle prossime tre gare, da cui dovremo ottenere il massimo in termini di risultato”. Sabato al geodetico i biancoazzurri sfideranno i “cugini gialloverdi” dell’Handball Scicli Social Club

-Pubblicità-    

GIRGENTI 19

SCICLI SPORT CLUB 43

(9-19 p.t.)

Girgenti: Randisi F. – Pecoraro S. – Randisi J. (1) – Proietto M. (6) – Partipilo L. – Aleano K. (4) – Meli V. – Di Maria D. (2) – Marrilla J. (1) – Celauro C. (5) – Cucchiara G. – Allenatore: Maurizio Camilleri.

Scicli Sport Cub: Rodrigues D. – Iacono F. – Oddo L. (2) – Spatola M. (7) – Magnifico A. (16) – Delitala O. (11) –  Martino A. (1) – Sarra F. (2) – Ventura I. (4) – Andrea Parisi Assenza. Allenatore: Agostino Tilotta.

Arbitri: Emanuele Guttadauro di Gela e Federica Giarratana di Enna

Ammoniti: Sarra (Scicli Sport Club)

PALLAMANO – Scicli Sport Club in scioltezza contro il Girgenti. Nessuna sorpresa rispetto ai pronostici della vigilia, ampiamente rispettati: i biancoazzurri hanno dominato in lungo e in largo ad Agrigento, travolgendo gli avversari.

Ottima la fase offensiva degli sciclitani. Tra le reti realizzate ci sono quelle di Alessandro Magnifico, che si porta momentaneamente in testa alla classifica generale dei marcatori della Serie B, con 51 gol all’attivo. È stata anche la gara d’esordio di Oreste Delitala, subito buttato nella mischia dal tecnico Agostino Tilotta.

Nella foto (da sinistra) Andrea Parisi e Antonino Martino

Troppo netto – ha commentato a fine match il presidente dello Scicli, Enrico Parisi Assenza, il divario fra noi e loro. È stata una gara a senso unico che ci ha visto dominare dall’inizio fino alla fine”.

Nella foto Enrico Parisi Assenza

“Conoscevamo le debolezze degli avversari. Il nostro obiettivo – prosegue Parisi Assenza – era di spingere sull’acceleratore fin dai primi minuti di gioco, nel tentativo di raggiungere, il prima possibile, un margine di vantaggio rassicurante. Siamo riusciti nelle nostre intenzioni e a ritagliarci, quindi, del tempo in gara per provare a sperimentare nuove soluzioni di gioco, risparmiando, al contempo, energie fisiche per le prossime partite importanti che ci attendono”.  

“Detto ciò, mi sembra doveroso fare i complimenti al Girgenti, perché nonostante tutto, ha diversi atleti giovani di prospettiva. Magari in questo campionato non riusciranno a raccogliere a pieno i frutti, ma sono convinto – conclude il presidente – che molto presto diranno la loro sui campi di pallamano”.

Risultato che dimostra, inoltre, come la compagine sciclitana si stia trovando a proprio agio lontano da casa: due vittorie su quattro gare disputate sono arrivate in trasferta; andamento opposto al geodetico di via Foscolo, dove gli avversari hanno finora avuto la meglio.

Dal match di Agrigento il tecnico Tilotta ha tratto indicazioni utili, in vista dei prossimi tre impegni, che determineranno l’accesso alle finali di Coppa Sicilia, in programma il prossimo 11 dicembre. Saranno delle gare di fondamentale importanza per i biancoazzurri, chiamati alla prova di maturità, già dal prossimo sabato, giorno del derby. Di fronte ci sarà l’Handball Scicli Social Club, attualmente capolista in campionato a punteggio pieno.

Nella foto Agostino Tilotta

L’aspettativa per entrambe le squadre – dice Tilotta a proposito della partita contro i ‘cugini gialloverdi’ – è molto alta e dunque sarà una sfida avvincente da seguire, anche se non sarà decisiva per le posizioni finali in classifica. Il nostro gruppo è in crescita. Sono fiducioso anche perché potrò contare sui rientri di Catania e Parisi. Il campionato è ancora lungo e faticoso”.