“Risultati sopra le aspettative”, ConfeserFidi sorpresa di sé stessa

L’amministratore delegato Bartolo Mililli: “Nel nostro dna dinamicità, innovazione e capacità di leggere in anticipo quelle che sono le necessità richieste dal mercato. Raggiunti prima del previsto gli obiettivi per il 2022. E nel 2023 cresceremo ancora”

-Pubblicità-    

SCICLI – Neanche nelle migliori previsioni ConfeserFidi avrebbe mai immaginato una crescita così esponenziale, tanto da permetterle di “raggiungere con largo anticipo e superare abbondantemente gli obiettivi che si era posta nel 2022”.

Non è un caso che il Confidi, con sede a Scicli in via dei Lillà, sia a livello nazionale tra i player di riferimento più innovativi nel settore del credito alle PMI e figuri agli apici delle società vigilate da Banca d’Italia e iscritte all’albo unico ex art. 106.

I numeri parlano chiaro: più di un miliardo di finanziamenti garantiti nella sua storia per le oltre 11mila imprese socie, patrimonio di 25 milioni e un core tier 1 che ha superato il 30%.

Come detto pocanzi, il 2022 per ConfesrFidi è stata un’annata da incorniciare. “Ha superato, infatti, i 250 milioni di euro di garanzie per finanziamenti erogati, confermandosi, ancora una volta, leader di settore – si legge in un comunicato -, con ottimi risultati in termini di flussi di crediti erogati (finanziamenti garantiti, fideiussioni concesse e credito diretto) e intermediazione dei crediti fiscali.

Inoltre, grazie all’accordo con istituzioni finanziarie, principali banche digitali e le migliori Fintech, nonché alla dematerializzazione dei processi che permettono di abbattere i tempi di concessione del credito, Confeserfidi si dimostra tra le più veloci sul mercato italiano.

I servizi offerti alle imprese vanno oltre la semplice concessione crediti e riguardano il pieno sostegno all’intera gestione finanziaria delle aziende socie, attraverso servizi di consulenza, finanza agevolata e accesso a contributi PNRR, che permettono a ConfeserFidi di assistere le imprese a 360°.

I punti di forza della società finanziaria dell’amministratore delegato Bartolo Mililli sono “l’innovazione e la preparazione delle risorse, che consentono a essa di interpretare le esigenze delle imprese con largo anticipo”.

Nel nostro dna – commenta Mililli – c’è da sempre dinamicità, innovazione e capacità di leggere in anticipo quelle che sono le necessità richieste dal mercato”.

ConfeseFidi è sulla cresta dell’onda e non intende fermarsi. “Tante le novità in cantiere”, annuncia Mililli che aggiunge: “Tra i nuovi prodotti che ci apprestiamo a lanciare nel 2023 c’è il servizio dedicato all’anticipo fatture, che permetterà alle imprese, in totale autonomia, di ottenere velocemente liquidità dal proprio credito verso clienti”.

Il 2023 sarà anche l’anno del “nuovo servizio ‘bando facile’, che consentirà – spiega l’ad – di essere costantemente aggiornati sulle nuove opportunità di finanziamenti agevolati e contributi a fondo perduto”.

ConfeserFidi – prosegue Mililli – può contare su collaboratori e professionisti seri e costantemente impegnati per gli obiettivi aziendali. Voglio ricordare anche gli agenti in attività finanziaria, le società di mediazione creditizia, associazioni di categoria e confidi minori, che collaborano attivamente con noi, spingendoci a fare sempre meglio”.

Nella foto Bartolo Mililli

Mililli pone in evidenzia come, già da prima della pandemia, abbianodematerializzato completamente i processi. Questo permette alla nostra rete commerciale di assistere i clienti anche a distanza, in video consulenza”.

La qualità di Confeserfidi è stata anche confermata dalla recente ispezione di Banca d’Italia, brillantemente superata. “Un risultato che ci rende fieri e ci spinge a dare sempre il meglio ai nostri soci”, ha affermato l’amministratore delegato.

Mililli torna sui propositi per il 2023: “Vogliamo aumentare le dimensioni aziendali anche per linee esterne, attraverso l’incorporazione di alcuni confidi operanti in varie regioni italiane”.

Tutto il team di sede centrale è fortemente impegnato nel supporto quotidiano alla rete commerciale e, soprattutto, nel garantire sempre maggiore velocità di risposta alle imprese, anche grazie – conclude l’ad di ConfeserFidi – ad accordi con nuovi partner finanziari”.