Scicli, “Dove c’è un bisogno, lì c’è un Lion”

Ieri sera l'apertura dell'anno sociale 2022/2023

L'intervento dell'assessore Elio Tasca (a sinistra) rivolto a Luigi Ciavorella, Melania Carrubba e Stefania Carpino
-Pubblicità-

SCICLI – Prosegue l’impegno nel territorio del “Lions Club Scicli Plaga Iblea”, che ieri sera ha presentato il programma delle attività, relative al nuovo anno sociale 2022/2023. Ad inaugurarlo è stata la presidente Melania Carrubba.

“Saremo impegnati – ha detto Carrubba –, nell’attuazione di diversi services e progetti sul territorio che avranno un filo comune: ‘dove c’è un bisogno, lì c’è un Lion’, con particolare attenzione ai bambini e alle famiglie in difficoltà“.

“Anche quest’anno i Lions di Scicli – prosegue la presidente – faranno sensibilizzazione per attuare l’istituto dell’affido familiare”.

Come delegata distrettuale sull’affido culturale, Carrubba ha proposto la collaborazione del club con gli altri services della città e l’assessorato ai Servizi sociali del Comune, per l’organizzazione di attività e iniziative a favore di bambini e ragazzi di famiglie fragili, con l’obiettivo di avvicinarli e renderli partecipi di vari eventi culturali, come cinema, teatro e concerti.

La serata è continuata con la cerimonia di ingresso della nuova socia Gabriella Mirabella. A seguire c’è stata la presentazione delle esperienze dei ragazzi che hanno partecipato ai campi europei degli scambi giovanili Lions.

Un altro momento della cerimonia di ieri sera. Da sinistra: Luigi Ciavorella, Melania Carrubba, Stefania Carpino e Eloisa Amarù

Alla cerimonia erano presenti la vice direttore nazionale del “Campo Disabili Italia”, Stefania Carpino, la consigliera di amministrazione del “Centro nazionale raccolta occhiali usati Onlus“, Eloisa Amarù, e l’assessore comunale ai Servizi sociali, Elio Tasca.

Ha chiuso la serata il presidente di “Zona 21”, Luigi Ciavorella, che ha portato i saluti del governatore Maurizio Gibilaro, e ha affermato la disponibilità dei Lions Club locali a collaborare, seguendo il principio della sussidiarietà, con le Istituzioni locali, in primis con il Comune, per tutte le attività che rispondano ai bisogni della collettività.