Bilancio, “Anche il Cga dà ragione alla giunta Giannone nel ricorso dei consiglieri Vindigni e Mirabella”

Immediata precisazione dei legali dei consiglieri del movimento Cittadini per Scicli

195
Foto repertorio
-Pubblicità-

SCICLI – Il Consiglio di Giustizia Amministrativa di Sicilia ha rigettato oggi il ricorso dei consiglieri comunali Giorgio Vindigni e Licia Mirabella e ha respinto di nuovo la domanda di sospensiva della delibera del Consiglio comunale di approvazione del bilancio di previsione per il triennio 2019-2021 e del relativo Documento Unico di Programmazione. Dopo il T.A.R. di Catania, quindi, anche il C.G.A. ha riconosciuto la fondatezza delle ragioni dell’Amministrazione comunale, difesa dall’Avv. Francesco Stornello, stabilendo che non solo la delibera non arreca alcun danno grave e irreparabile ai consiglieri comunali di opposizione, ma che la stessa delibera è legittima: infatti, gli emendamenti alla proposta di bilancio sono stati legittimamente ammessi e votati, in quanto i termini dei quali i consiglieri lamentavano la violazione erano e sono semplicemente ordinatori e non perentori.

Comune di Scicli

 

Si trasmette per doverosa conoscenza l’ordinanza n. 100 del 10.2.2020 con la quale il Consiglio di Giustizia  Amministrativa per la Regione siciliana, rigettando l’appello cautelare promosso dai consiglieri Giorgio Vindigni e Licia Mirabella, ed a conferma dell’ordinanza del Tar di Catania, non ha ravvisato il presupposto del pregiudizio grave ed irreparabile necessario per sospendere gli effetti della delibera di approvazione del bilancio di previsione 2019-2021 in attesa della decisione sulla sua legittimità. Pertanto, diversamente da quanto nuovamente ed erroneamente dichiarato dall’Ufficio Stampa del Comune, non vi è stata alcuna pronuncia sulla legittimità della delibera. Su tale profilo si pronuncerà il Tar di Catania all’esito del giudizio di merito. Tanto si doveva.

Avv. Alessandro Cucchiara
Avv. Adele Saito
(Legali dei consiglieri comunali Giorgio Vindigni e Licia Mirabella)