Scicli: falò in spiaggia, multe della Polizia Municipale

Controlli in strada e sugli arenili per evitare gli eccessi

-Pubblicità-

SCICLI – Anche la notte di Ferragosto, come quella di San Lorenzo, è trascorsa senza eccessi. In molti hanno deciso di salutare l’alba del 15 in spiaggia.

L’organizzazione per prevenire situazioni “fuori misura” ha funzionato. Carabinieri e Polizia Municipale non hanno lesinato energie per essere presenti in queste notti superaffollate.

C’è scappato qualche verbale per avere acceso falò sulla sabbia. Qualche richiamo al rispetto delle regole. Per il resto tutto è filato liscio, segno che è cresciuta in tutti la consapevolezza di divertirsi senza eccedere, nel rispetto di sé stessi e dell’ambiente.

Stamattina i lungomari e gli arenili di Scicli si presentavano in gran parte fruibili (qualche eccezione nelle cosiddette spiagge “minori”), pronti ad accogliere i bagnanti in arrivo.

Il personale della Tech, che gestisce la raccolta rifiuti a Scicli, sin dalle 2 di stanotte è stato attivo per garantire la pulizia delle principali zone rivierasche. Sono stati bonificati tre siti, dove erano stati gettati dei rifiuti.

Da ciò che mi è stato riferito – ha detto stamattina il sindaco Mario Marino -, la stragrande maggioranza della gente, in modo particolare i più giovani, hanno mantenuto un forte senso di responsabilità. Questa è la strada da seguire. Una comunità diventa più forte se i cittadini e le istituzioni collaborano per il bene del territorio”.