Scicli: “Che l’InCanto abbia inizio!”

Domenica la prima delle cinque serate del Festival internazionale di musica barocca. Apre il “Whole Consort Quintet” nella chiesa di San Bartolomeo

-Pubblicità-

SCICLI – Ormai lo si può dire con tutta tranquillità! Settembre a Scicli è diventato il mese dell’InCanto Barocco. È il periodo dell’anno durante cui le bellezze artistiche della città e la musica si fondono, regalando uno spettacolo unico.

Forte del grande successo ottenuto con la prima edizione, il maestro Marcello Giordano Pellegrino, ideatore e direttore artistico del Festival internazionale di musica barocca, ha scelto ancora una volta l’ultimo scorcio d’estate per incantare nuovamente tutti.

Il conto alla rovescia per l’inizio dell’attesissima kermesse, patrocinata dal Ministero della Cultura (MIC) e dalla Regione Sicilia (Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana), segna cinque giorni e una manciata di ore. Domenica sera, alle 20, nella splendida chiesa di San Bartolomeo si alzerà il sipario sul Festival. Ad aprire la kermesse il quintetto di fiati barocchi, “Whole Consort Quintet”.

Nella foto il quintetto di fiati barocchi “Whole Consorta Quintet”

Eccoci di nuovo qui – esordisce Pellegrino – a riprovarci con l’edizione 2022 di un evento che lo scorso anno ha sbalordito tutti. Un successo inaspettato che ha lasciato increduli anche noi organizzatori, sorpresi di quello che siamo riusciti a creare”.

Nella foto Marcello Giordano Pellegrino

La grande partecipazione di pubblico e i tanti apprezzamenti ricevuti ci hanno messo davanti a una sfida difficile, ma allo stesso tempo stimolante, che imponeva di alzare ulteriormente il livello qualitativo della manifestazione”, ha proseguito il direttore artistico che aggiunge: “In questi mesi abbiamo lavorato duramente per farlo e crediamo di essere stati all’altezza di questa prova, apparecchiando un festival di spessore e per certi aspetti anche migliore rispetto a quello del 2021”.

“Siamo molto fiduciosi. Contiamo di superaci anche in questa edizione. È chiaro che dovremo aspettare il primo ottobre, giorno successivo all’ultimo dei cinque concerti in calendario, per sapere se effettivamente sia andato tutto secondo le aspettative. Quel giorno trarremo il bilancio e analizzeremo i risultati della kermesse. Per adesso – conclude Pellegrino – prepariamoci a godere di uno spettacolo che si preannuncia di grande fascino ed emozionante, con la partecipazione di artisti di caratura, anche di fama internazionale. Finalmente si parte!”.

Di seguito il calendario completo di “InCanto Barocco 2022”.

4 settembre, ore 20, chiesa di San Bartolomeo: Whole Consort Quintet (Quintetto di fiati barocchi);

11 settembre, ore 20, palazzo Spadaro: “La musica barocca incontra il Barocco” (incontro/concerto). Evento in collaborazione in collaborazione con il Comune di Scicli;

16 settembre, ore 20, chiesa Madre: “Le sonate per viola da Gamba e Clavicembalo di J. S. Bach”, con i maestri Marco Lo Cicero (viola da gamba) e Basilio Timpanaro (clavicembalo);

25 settembre, ore 20, Santuario di Santa Maria La Nova: “Le Cortese Tenzon tra Haendel e Scarlatti” – Concerto d’organo con il maestro Diego Cannizzaro;

30 settembre, ore 20, chiesa di San Bartolomeo. “Correva l’anno 1685 ….” – Gran concerto per clavicembalo su musiche di Bach, Haendel e Scarlatti con il maestro Sebastiano Cristaldi.