Costituito il “Patto di Scicli per l’Ambiente”, la nuova rete per la tutela della salute e del paesaggio

Il gruppo conta ad oggi 24 realtà sciclitane, rappresentative di associazioni, gruppi organizzati e singoli cittadini

-Pubblicità-

SCICLI – Si rafforza il fronte cittadino per la tutela della salute e del paesaggio. E’ stato formalizzato il “Patto di Scicli per l’Ambiente”, la nuova rete nata per difendere e valorizzare il benessere della comunità e promuovere la salvaguardia del territorio.

Ufficializzata solo nelle scorse ore, la nascita del “Patto di Scicli per l’Ambiente”, costituitosi per volontà di un gruppo spontaneo, risale a novembre.

Ad oggi la rete conta 24 adesioni e vi fanno parte associazioni, gruppi organizzati e singoli cittadini. Tra questi figurano: Agesci Scicli 1°, Cooperativa Agire, Sicilia e natura, Portatori di Gioia, Movimento dei Focolari Scicli, Saverio e Ombretta, Movimento Azzurro – Ecosezione Cava Ispica, Proloco Scicli, Domenico Gambuzza, Bruno Mirabella, Asd Amici Bike Donnalucata, Judo Club Koizumi Scicli, Auser Scicli, associazione Esplorambiente, Rimboschiamo ODV, Pieri Pieri pi Scicli, Aprile Ignazio, Sergio Trovato, ass. Smile, U.S.D “Fernando Ciavorella”, associazione Culturale Tanit Scicli, Keration-gruppo escursionistico ibleo, I Love Scicli, OfficinOff, Cettino Restivo, Cristina Arrabito, Gianni Magro, Francesca Schirò e Barbara Sgarlata.

Illustrate le attuali figure che lo compongono, il “Patto di Scicli per l’Ambiente” chiarisce subito i suoi obiettivi.

Le intenzioni sono di fare crescere lo spirito di condivisione, la collaborazione e la fiducia tra volontari ma anche, e soprattutto, -si legge nella nota- stimolare e sensibilizzare giovani e meno giovani, sulla questione ambientale, sul rispetto del territorio, sulla cultura del bello e del sostenibile, sulla protezione e valorizzazione del nostro patrimonio naturale, rurale e culturale, sull’importanza dell’inclusione sociale”.

La rete cittadina per la tutela dell’ambiente e del benessere della comunità aggiunge: “l’idea è quella di organizzare iniziative seguendo un calendario formato da mesi tematici (riforestazione e verde pubblico, decoro urbano, differenziazione e riciclo dei rifiuti ed economia circolare, promozione, informazione ed educazione ambientale, inclusione sociale, mobilità dolce, benessere degli animali, pace e solidarietà sociale, tutela del paesaggio e valorizzazione delle risorse naturali)”.

“Ciò non toglie che attività e progetti -riporta ancora il documento- possano interessare periodi più lunghi e che si possano ampliare gli ambiti di azione a tematiche più complesse o importanti per il territorio sciclitano. Tutto dipenderà dalle forze coinvolte e dalla volontà di tutti”.

Nonostante sia solo di recente formazione, il patto per la tutela dell’ambiente ha avviato la sua fase programmatoria. “Si sono già svolti degli incontri, purtroppo per ora online, -afferma l’organizzazione- in cui sono emerse tante idee condivise e si è respirata la voglia di cominciare con piccoli passi concreti, che inizieranno, già prima della fine dell’anno, a palesarsi”.

L’intervento di debutto del “Patto di Scicli per la tutela dell’Ambiente” termina con un invito rivolto a coloro che fossero interessati ad aderire al progetto.

La partecipazione è aperta a tutti: associazioni, gruppi organizzati, singoli cittadini. Basterà contattare, in qualsiasi momento e gratuitamente, -conclude la nota- chi della rete già fa parte o scrivere a pattoambientescicli@gmail.com. Potrete ricevere il testo del ‘Patto di Scicli per l’ambiente’, il link per la compilazione online del modulo di adesione e diventare anche voi una maglia essenziale di questa rete”.