Finalmente si parte! Debutta l’Handball Scicli Social Club

Prima gara di campionato. Domani sera la squadra gialloverde, allenata da Luigi Ciavorella, ospiterà al geodetico di Jungi la compagine del Girgenti

Nella foto (scattata da Ottavio Modica) alcuni giocatori dell'asd Handball Scicli Social Club durante un allenamento
-Pubblicità-    

PALLAMANO – Parte finalmente la serie B di pallamano. Mancano ormai meno di 24 ore al fischio d’inizio della stagione 2022/2023, che vedrà l’asd Handball Scicli Social Club fare il suo esordio, in veste di matricola, in questo campionato molto impegnativo e logorante, in considerazione anche di alcune lunghe trasferte e con la presenza di squadre blasonate.

Si sentono forti emozioni in seno alla dinamica dirigenza, per via di un progetto nato nel periodo estivo e man mano venutosi a concretizzare, con l’apporto determinante di tutti i soci fondatori.

La concentrazione è massima tra i ragazzi sciclitani, come afferma l’allenatore Luigi Ciavorella: “Abbiamo lavorato bene sia sotto l’aspetto tecnico che tattico. Ho avuto modo di percepire delle sensazioni positive. Tutti si sono allenati con impegno e sacrificio, dimostrando un forte spirito di gruppo”.

Nella foto Luigi Ciavorella

C’è comunque curiosità per capire se va bene ciò che stiamo facendo dal punto di vista tecnico, non avendo avuto l’opportunità di confrontarci in gare amichevoli con squadre di categoria. In ogni caso – conclude Ciavorella – la nostra caratteristica che ci dovrà contraddistinguere è quella di non mollare mai”.

Domani sera la squadra gialloverde attende la compagine del Girgenti, team che avuto esperienza anche in serie A2. Fischio d’inizio alle ore 19 presso la struttura del geodetico di Jungi. Arbitri dell’incontro Michelangelo Manuele e Antonio Castagnino.

L’HSSC, salvo novità dell’ultima ora, si presenterà con la migliore formazione, cercando di fare risultato e quindi partire con il piede giusto.

Obiettivo della nuova società gialloverde rimane quello di disputare un campionato dignitoso, puntando alla crescita dei numerosi giovani locali.

Ottavio Modica