Cantiere cimitero Scicli, il Sindaco: “Facciamo chiarezza”

Il primo cittadino replica (senza citarlo) al consigliere comunale Bruno Mirabella

-Pubblicità-    

SCICLI – I lavori al camposanto di contrada Mendolilli sono oggetto di polemiche in queste ore a Scicli.

Senza mai citarlo, il sindaco Mario Marino risponde alle critiche del consigliere Bruno Mirabella sulla conduzione di alcune opere di miglioria nella parte storica del cimitero. Mirabella parla di “lavori in corso non controllati” e “di tombe sotterrate da materiale di scavo e lapidi staccate

Le foto oggetto della polemica – scrive Marino – fanno riferimento a dei lavori che sono parte di un progetto per la realizzazione di 288 loculi nel settore 18 del cimitero storico. Un piano, non più rivedibile, che insiste su un’area originariamente destinata a monumentini, da noi ereditato e risalente alla precedente amministrazione, della quale faceva parte anche chi ora ha sollevato il problema dei lavori, con tanto di pubblicazione di una foto di una tomba parzialmente coperta di terra“.

“Stamattina, insieme all’assessore ai Servizi Cimiteriali e Manutenzione, Enzo Giannone, mi sono accertato della situazione – prosegue il primo cittadino – e mi è stato assicurato che i mezzi meccanici dell’impresa, che sta svolgendo i lavori, non hanno assolutamente transitato su aree in cui erano presenti delle tombe“.

“L’esecuzione di questi interventi, che consistono nella fondazione su pali dei nuovi loculi, richiede l’impiego mezzi meccanici, nello specifico una trivella molto ingombrante, e un’area di lavoro certamente più agevole ed ampia rispetto a quella individuata nel progetto“, ha specificato Marino. 

“Proprio a causa di questi movimenti, al terreno bagnato e scivoloso per via delle forti piogge degli ultimi giorni ed alla pendenza del terreno, così come spiegato dagli operai presenti sul posto, un po’ di terra – spiega il Sindaco – è scivolata su parte di una tomba in loco. Questa materiale stamattina è stato già sistemato, ripristinando lo stato dei luoghiQuesta è la realtà dei fatti”.

Nella foto Mario Marino

Il primo cittadino aggiunge: “Rimaniamo abbastanza sorpresi dal polverone, più politico che mediatico, che è stato appositamente sollevato da parte di chi, in qualità di vicesindaco della precedente amministrazione ci ha lasciato questi lavori in eredità“.

“Il sottoscritto, l’assessore Giannone e l’intera Giunta siamo vicini ai lavoratori dell’impresa che sta realizzando i loculi e riteniamo utile alla collettività che lo sforzo della politica tutta debba essere teso alla responsabilità ed alla concretezza, così come dimostrato dalla nostra squadra e dagli uffici comunali, con l’approvazione del progetto per l’ampliamento del cimitero. Un’opera pubblica necessaria e non più rinviabile – termina Marino – che, grazie al mutuo acceso con Cassa Depositi e Prestiti, permetterà alle famiglie sciclitane di poter dare una degna sistemazione ai propri cari”.