Sampieri: il PataPata presenta la nuova stagione letteraria

Sabato 30 luglio primo appuntamento con la rassegna estiva “Autori & Libri”

-Pubblicità-

SCICLI – In estate per gli amanti della lettura non c’è posto migliore di Sampieri. Anche quest’anno sarà così. Il PataPata ha presentato ufficialmente una nuova ed esaltante stagione di “Autori & Libri”.

La rassegna letteraria in riva al mare, diventata un ormai classico della programmazione estiva dello stabilimento balenare, scatterà sabato 30 luglio. In calendario, fino al 4 settembre, nove appuntamenti, tutti alle ore 19.

Gli autori (tra esordienti e grandi nomi della narrativa italiana) presenteranno le loro opere fresche di stampa, dando vita ad appassionanti conversazioni con i loro interlocutori.

Di seguito il programma completo dell’edizione 2022 di “Autori & Libri”.

Sabato 30 luglio– “La Storia di Kauna e suo fratello” (Di Leandro & Partners Società Editrice) di Calogero Castaldo. L’autore converserà con Valentina Frasca (giornalista). È una storia vera. Quella di Kaùna, una ragazza di appena 15 anni, venduta dal papà come merce di scambio, una traversata dal Togo a Pozzallo, insieme al fratello con sindrome di down ed altre persone, attraverso pericoli, miseria e drammi.

Sabato 6 agosto –  “La maga Saraghina. Storia di astri, piante e parole che curano” (Kromatoedizioni) di Evelina Barone. L’autrice converserà con Antonella Macauda. Questa storia nasce come mito fondativo di una città ad opera di una donna. Nel caso della città di Spaccaforno (oggi Ispica), la leggenda, riportata da Serafino Amabile Guastella attribuisce la fondazione alla maga Saraghina: una misteriosa figura femminile, giunta dall’Oriente, in possesso dell’arte della stregoneria, che trasmette alle donne di Spaccaforno.

Sabato 13 agosto – “Gioia Mia” (Mondadori) di Tea Ranno. L’autrice converserà con Viviana Sammito. Tea Ranno ci regala un altro viaggio – pieno di saliscendi impetuosi e approdi inaspettati – nella sua, ormai celebre, terra d’amurusanza, quel posto meraviglioso e assolato in cui le pietre perse si trasformano in castelli, i ricordi si riparano con ago, filo e gentilezza, e le amicizie femminili salvano la vita.

Venerdì 19 agosto – “Bullo da morire” (Ed. Itard) di Peppe Raffa. L’autore converserà con Viviana Sammito. L’ultimo suo lavoro “Bullo da morire”. Trattasi di sei monologhi sulla violenza giovanile a scuola, per le città, nelle tecnologie.

Lunedì 22 agosto – “La carrozza della Santa” (Einaudi) di Cristina Cassar Scalia. L’autrice converserà con Peppe Pitrolo. La notizia di un omicidio scuote Catania, gelando gli ultimi entusiasmi della piú sentita ricorrenza cittadina. Mentre nell’aria si avverte ancora l’odore acre dei fuochi d’artificio, Vanina Guarrasi è alle prese con un caso che fa scalpore.

Mercoledì 24 agosto – “La Coppa più bella del mondo” (Baldini & Castoldi) di Dino Zoff e Maurizio Crosetti (La Repubblica). Maurizio Crosetti converserà con Umberto Teghini. Intervista di Maurizio Crosetti a Dino Zoff. Madrid, stadio Santiago Bernabeu, 11 luglio 1982: Dino Zoff, capitano quarantenne dell’Italia del calcio, alza la Coppa del mondo. Gli azzurri hanno vinto il loro terzo campionato mondiale. Il più leggendario, quello di Maradona, Zico, Boniek, Platini, Rummenigge. Quarant’anni dopo, in occasione del suo ottantesimo compleanno, Zoff ricorda e racconta quei giorni, quell’avventura e quei personaggi mitici, dal «vecio» condottiero Enzo Bearzot al presidente partigiano Sandro Pertini, suo compagno in una memorabile partita a scopone sull’aereo di ritorno dai Mondiali.

Domenica 28 agosto  – “The Human Show” (Castelvecchi) di Maggie S. Lorelli. L’autrice converserà con Gianfranco D’Anna. “Accompagnerò ovunque, commenta l’autrice, questa mia creatura, nata per creare dibattito e, come si può intuire sin dalla cover, per dare un bello shock a chi lo leggerà!”.

Sabato 3 settembre – “Karìbu. Lo Zambia, una donna, una grande avventura” (Infinito Edizioni) di Cristina Fazzi e Lidia Tilotta (giornalista RAI – TGR) che converserà con Bartolo Lorefice. La vita straordinaria e il lavoro di Cristina Fazzi, mamma, medico, donna fuori dal comune, sospinta da una forza incredibile. Lasciata Enna nel 2000 per trasferirsi momentaneamente nello Zambia, Cristina sarebbe dovuta rientrare in Italia dopo sei mesi, invece non è più tornata e da allora ha realizzato progetti impensabili in un’area vastissima del Paese, portando medicinali, vaccinando e visitando decine di migliaia di bambini.

Domenica 4 settembre – “Chiedi al portiere” (Marsilio) di Giuseppina Torregrossa. L’autrice converserà con Elisa Mandarà. Dopo il successo di Morte accidentale di un amministratore di condominio, Giuseppina Torregrossa torna con un nuovo giallo carico di tensione, mistero e ironia.

Nella foto Marco Sammito

Anche quella di quest’anno è una stagione ricca e variegata di appuntamenti – commenta il direttore artistico Marco Sammitoaccanto ai grandi nomi della narrativa italiana, con una ghiotta presenza del giallo d’autore, abbiamo dato spazio agli esordienti, segnalati da editori importanti e outsider, che già  occupano spazi e interessi importanti nel vastissimo scenario dell’editoria italiana. Sarà un bel sentire al PataPata, a due passi dallo sciabordio delle onde del mare”.