Tavolo Scicli-Malta, i commenti dopo l’incontro

Parlano i rappresentanti di Confcommercio e il sindaco Mario Marino. Sviluppo di itinerari condivisi per fare crescere il turismo, ulteriori dettagli sulla collaborazione avviata tra la città cremisi e la comunità maltese

-Pubblicità-    

SCICLI – È di qualche giorno fa la notizia dell’avvio di un accordo tra Scicli e Malta per potenziare gli scambi culturali e commerciali, al fine di agevolare lo sviluppo del turismo sostenibile del Mediterraneo.

L’incontro, promosso dalla Confcommercio locale e dalla maltese Mediterranean Tourist Foundation, è servito ad aprire nuovi orizzonti verso il monitoraggio della potenzialità dei nuovi mercati, un concetto considerato “imprescindibile – è stato più volte ribadito dai partecipanti – per guardare al futuro con piena consapevolezza dei propri mezzi”.

Scicli era rappresentata al tavolo dei lavori, tenutosi a Malta, da una delegazione del Comune (composta dal sindaco Mario Marino, dall’assessore al Turismo, Elio Tasca, e Gigi Nifosì) e dal presidente della sezione locale di Confcommercio, Daniele Russino.

Quest’ultimo ha ringraziato “per l’eccellente ospitalità” gli esponenti della Mtf, in particolare il presidente Tony Zahra, il segretario generale Andrew Agius Muscat e Salvatore Piccione, imprenditore sciclitano affermatosi a Malta.

Gli obiettivi prefissati – chiarisce Russino – mirano ad elevare la qualità del turismo sul nostro territorio e a instaurare un rapporto di collaborazione tra le parti”.

Ad affiancare il presidente sezionale di Scicli c’era il massimo responsabile di Confcommercio Sicilia, Gianluca Manenti, che spiega quali sono le sue impressioni riguardo la partnership, appena avviata.

Il presidente regionale dell’associazione di categoria evidenzia come “non ci siano dubbi sul fatto che, solo guardando al di là di quelli che possono essere i confini regionali – commenta –, si possa sperare di puntare a una crescita sostenibile di questo comparto, mirando a rinsaldare i legami già consolidati e a crearne di altri”.

Malta ha grossissime potenzialità e il frutto di un’intesa, ancora più importante che in passato, ci può consentire – termina Manenti – di guardare al futuro con un certo ottimismo”.

Arriva pure il commento dell’amministrazione comunale. È il sindaco Marino a parlare dell’esito dei lavori, per cui esprime soddisfazione. In particolare, dice di aver “apprezzato questo percorso che ci permette di verificare, con attenzione, come su questo fronte ci siano itinerari molto interessanti da sviluppare”.

“Siamo convinti – conclude il primo cittadino – che si possa addivenire alla definizione di una strategia comune per accrescere ulteriormente un settore che ci ha già dato grosse soddisfazioni e che ancora di più potrà darcene negli anni a venire”.