Scicli Social Club, qualche errore di troppo

Gli sciclitani sconfitti fuori casa dall’Aretusa, ma usciti dal campo a testa alta. Coach Giovanni Marino: “Buona gara nel complesso, ma abbiamo commesso delle ingenuità che hanno pesato sul risultato finale”. Gioiscono, invece, i ragazzi dell’Under 15 che vincono facile sui pari età dell’Andimoda Ragusa

Una fase di gioco del secondo tempo (foto scattata da Ottavio Modica)
-Pubblicità-    

ARETUSA 31

SCICLI SOCIAL CLUB  28

(pt 16-14)

Aretusa: Boubaker, Settembre, Santoro 11, Infantino 6, Giuffrida 5, Gafà 2, Faraci 5, Mascali, Blanco, Palestro, L. Zivillica, Di Martino 1, D’Alberti 1, Serra, Burgio, S. Zivillica.   Allenatore: Vilageliu Garcia.

Scicli Social Club: Gioele Occhipinti 1, B. Marino 4, Ballaera, Ciavorella 4, Carbone 9, Ficili 6, Drago, Causarano, Russino, Nakoue, Costa 4, Antonino Occhipinti. Allenatore: Giovanni Marino.

Arbitri: Manuele e Manzella.

PALLAMANO – L’Handball Scicli Social Club è uscito sconfitto dal campo dell’Aretusa, ma a testa alta, al termine di una gara molto equilibrata che ha messo in evidenza gli interventi degli estremi difensori. Nella seconda metà del secondo tempo la partita ha preso un andamento tutto a favore dei padroni di casa.

Giocatori, dirigenti e arbitri in campo con il fiocco rosso per mostrare la vicinanza della pallamano nella “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne”. Toccanti le parole lette dalla speaker prima del minuto di raccoglimento.

È stata una gara giocata su buoni ritmi da entrambe le compagini. In breve sintesi, una partita vibrante e aperta a qualsiasi risultato, con i padroni di casa che hanno dimostrato di essere più precisi e risoluti. I “verdi” di Giovanni Marino hanno peccato di ingenuità, sprecando ben quattro tiri (uno nel primo tempo tre nella ripresa) dai sette metri, per non contare nella ripresa errori banali nelle conclusioni. Peccati veniali, alla fine pesanti come macigni. Senza dubbio, un passo indietro rispetto a quanto si era visto nelle ultime due precedenti gare.

Le squadre schierate a centrocampo (foto scattata da Ottavio Modica)

È partita bene la formazione di casa che si è portata in vantaggio con Santoro, ma lo Scicli ha risposto con Carbone. Il match è stato, sin da subito, combattuto e l’equilibrio è durato fino a dieci minuti dal termine del primo tempo, quando il parziale a favore dei padroni di casa è stato di 11-8.

Poi, nell’arco di due minuti, tre centri di Carbone hanno riportato gli ospiti di nuovo in parità. La risposta dei padroni non si è fatta attendere perché due reti, con lo scatenato Santoro, hanno riportano i ragazzi di Garcia in vantaggio, chiudendo il primo tempo con il parziale 16-14.

Nella seconda frazione di gioco per gli sciclitani la musica è cambiata perché Ficili e compagni hanno tenuto il pallino del gioco fino al 12esimo minuto, quando hanno fatto registrare una forbice di +4 (19-23); poi, un tiro dai sette metri fallito di Carbone e subito dopo aver commesso lo stesso un’ingenuità beccando due minuti, ha cambiato la gara, consentendo ai padroni di casa di recuperare il gap.

Negli ospiti spariscono ogni organizzazione e logica di gioco. Da quel momento è salito in cattedra Santoro, che ha condotto la sua squadra ad una vittoria sicuramente meritata, ma forse agevolata da qualche dubbia decisione arbitrale. Risultato finale 31-28.

Di poche parole il coach Marino. “Nel complesso abbiamo disputato una buona gara – ha commentato – contro un avversario ben motivato e abbastanza preparato. Noi abbiamo commesso delle ingenuità troppo grossolane, che hanno pesato sul risultato finale. Comunque accettiamo la sconfitta e andiamo avanti. Niente drammi. C’è tanto da lavorare”.

Capitan Cristopher Ficili e compagni faranno ritorno in campo sabato, 2 dicembre, quando al geodetico di Jungi arriverà la squadra palermitana del PGS Villaurea. Ora è d’obbligo ricaricare le batterie per i match futuri, consapevoli che la classifica è apertissima in vista della Coppa Sicilia.

Per quanto concerne il settore giovanile, bella affermazione fuori casa dei ragazzi dell’Under 15 che hanno vinto facile sui pari età dell’Andimoda Ragusa per 17-34. In grande evidenza il portiere Lorenzo Coria, Salvo Tinè (ha realizzato dieci reti) e Islam Plaku (autore di tredici reti). Il team guidato da Luca Ammatuna tornerà in campo domenica, 3 dicembre, a Siracusa per affrontare l’Albatro.

Gli altri risultati della sesta giornata:

Pallamano Marsala – Teamnetwork Albatro 33-22
Andimoda Ragusa – Aetna Mascalucia 33-39
Scicli Sport Club – Girgenti Pallamano 26-37
Pgs Villaurea – Alcamo 18-41
Beach Team Messina – Cus Palermo 38-26

La classifica

Alcamo  11
Girgenti Pallamano  11
Beach Team Messina  9
Aretusa  8
Marsala Pallamano  8
Scicli Social Club  6
Aetna Mascalucia  6
Pgs Villaurea  5
Sport Club Scicli  4
Andimoda Ragusa  2
Teamnetwork Albatro  2
Cus Palermo  0

 

Ottavio Modica

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

-Pubblicità-