Memorial Peppe Greco, il Premio “Candido Cannavò” consegnato a Bruno D’Alessio

E' il patron della storica e classica gara Amatrice-Configno che anche quest’anno si è corsa ad un anno esatto dal sisma

281
-Pubblicità-

SCICLI – Il salone Falcone-Borsellino del settecentesco palazzo Spadaro di Scicli ha ospitato la consegna del premio “Candido Cannavò 2017” nell’ambito della 28esima edizione del Memorial “Peppe Greco”. Nella sala, gremita di gente, il sindaco ed il vice sindaco Enzo Giannone e Caterina Riccotti, il patron del “Peppe Greco”.
Il sindaco Giannone ha parlato dell’evento sportivo come un’importante vetrina per la promozione delle bellezze barocche che offre il territorio. Gianni Voi ha anticipato la ‘start list’ che vede stasera impegnati importati campioni correre sull’anello barocco del centro storico. In sala anche la senatrice Venerina Padua, l’on Orazio Ragusa ed il senatore Giovanni Mauro i quali hanno evidenziato la valenza della gara internazionale per promuovere le bellezze del territorio.
Momento molto atteso la consegna del premio “Candido Cannavò” andato a Bruno D’Alessio, patron della storica e classica gara Amatrice-Configno che anche quest’anno si è corsa ad un anno esatto dal sisma che ha devastato il corso e la città di Amatrice. In chiusura di serata Gianni Voi ha chiesto al sindaco Giannone di dare la cittadinanza onoraria a Haile Gebrselassie e Paul Tergat per tanti anni protagonisti indiscussi del “Peppe Greco”. In chiusura la classifica foto ricordo per tutti e l’appuntamento a stasera per la 10 chilometri nell’anello barocco di Scicli.