Scicli: la nuova Giunta arriva di domenica

Il Sindaco sceglie due assessori tecnici per rimpiazzare gli startini Caterina Riccotti, Viviana Pitrolo e Nino Alecci. Per il momento resta vacante il posto del quinto assessore

Nella foto da sinistra: Bruno Mirabella, Francesca Giambanco, Enzo Giannone, Simona Pitino e Guglielmo Scimonello
-Pubblicità-

SCICLI – Sono passati quattro giorni dalle dimissioni degli assessori startini Caterina Riccotti, Viviana Pitrolo e Antonino Alecci. Il sindaco Enzo Giannone stamattina a palazzo di città ha presentato due nuovi assessori. Non è stato scelto il terzo, forse sarà fatto più avanti. Al momento non è stato designato il vice sindaco.

Si tratta di due donne, di due tecniche: Francesca Giambanco, esperta di pianificazione territoriale e conservazione dei beni architettonici, e di Simona Pitino, avvocato civilista.

Le due nuove assessore -spiega il sindaco Enzo Giannonelavoreranno insieme agli assessori confermati, ovvero Bruno Mirabella e Guglielmo Scimonello. Ho ritenuto di procedere ad una razionalizzazione e redistribuzione delle deleghe, in funzione degli obiettivi che l’Amministrazione intende conseguire nell’ultimo scorcio del suo mandato. Andranno portati a compimento una serie di attività e progetti già sviluppati e che consentiranno di poter completare il programma del Sindaco“.

Il primo cittadino sottolinea gli interventi prioritari: “La progettazione definitiva della facciata della scuola media Lipparini (già finanziata da fondi europei); la funzionalizzazione museale del convento del Carmine; l’apertura della fase finale di confronto pubblico sul nuovo PRG; il finanziamento di otto milioni di euro su Chiafura; il consolidamento dell’importante risultato raggiunto nella raccolta differenziata dei rifiuti (circa 70%); un sistema di manutenzioni più puntuale e tempestivo; la definizione a favore del Comune del contenzioso in corso sulle trivelle con Eni ed Edison per diversi milioni di euro; la gestione efficace dei servizi sociali e scolastici in una fase ancora fortemente colpita dalla pandemia; la prosecuzione della politica di sviluppo economico organico che ha messo insieme i settori tradizionali, come l’agricoltura e l’artigianato, con il turismo e la fruizione dei beni culturali”.

Su questi temi, di portata generale e che riguardano tutta la comunità, -conclude Giannone- la Giunta si confronterà con il Consiglio comunale nella sua interezza, per definire percorsi non solo di coinvolgimento ma anche di massima condivisione possibile rispetto alle decisioni che via via saranno assunte”.

Di seguito la giunta con le deleghe assessoriali:

Sindaco
Polizia Locale – Sanità – Affari Generali e del Personale e tutto quanto non specificatamente attribuito.

Francesca Giambanco
Urbanistica e pianificazione territoriale – Lavori pubblici – Rigenerazione urbana – Sviluppo economico.

Simona Pitino
Servizi sociali e politiche per la famiglia – Pubblica Istruzione – Politiche giovanili – Attività e beni culturali – Turismo – Centri d’incontro – Tutela degli animali.

Bruno Mirabella
Ecologia – Igiene Pubblica e Ambientale – Cura del verde pubblico – Tributi.

Guglielmo Scimonello
Finanze – Manutenzioni – Servizi cimiteriali – Mobilità sostenibile – Patrimonio – Decentramento e Borgate – Autoparco – Protezione civile – Sport.