A Sampieri una “due giorni” di confronti e dialoghi

Evento organizzato dal team siciliano di Volt Italia. Riflettori puntati su diritto di cittadinanza, crisi climatica e migrazioni

-Pubblicità-

SCICLI – Al via a Sampieri una interessante “due giorni” di confronti e dialoghi su questioni di stretta attualità, come diritto di cittadinanza, crisi climatica, migrazioni e Mediterraneo.

Il doppio appuntamento è programmato per domani e venerdì 12 agosto, a partire dalle ore 19, sul suggestivo lungomare sampierese (ingresso PataPata). Qui il team siciliano di Volt Italia terrà degli incontri, durante cui verranno presentati i libri di due giovanissimi autori che fungeranno da guida per stimolare un dibattito produttivo su temi fondamentali, sia a livello locale che globale.

Parleremo di argomenti, generalmente di scarso o insufficiente interesse regionale e nazionale, spesso avvertiti – spiega Miriam Cannella di Volt Ragusa – come troppo lontani da noi e depoliticizzati, pur trattandosi, al contrario, di tematiche estremamente politiche e cruciali per la nostra terra”.

Domani (11 agosto) ci sarà la presentazione del libro “Non siamo tutti sulla stessa barca – Le sfide del nostro tempo agli occhi di un ragazzo”, con Giorgio Brizio, studente presso UniTo e attivista per il clima, insieme a Fridays for Future Torino. Si focalizzerà l’attenzione sul nesso tra cambiamenti climatici e migrazioni.

Il giorno successivo riflettori puntati sul libro “Dialoghi sul Diritto di Cittadinanza” con Insaf Dimassi, studentessa di UniBo e attivista per i diritti umani. In questo caso, il testo introdurrà il dibattito sul diritto di cittadinanza, con riferimento alla Legge 91/1992 che regola la concessione della cittadinanza in Italia.

Nella foto Miriam Cannella

Le interconnessioni esistenti tra le più complesse crisi dei nostri tempi e le più delicate lotte per i diritti non (ancora) riconosciuti – prosegue Cannella – verranno attenzionate anche tramite la partecipazione di figure appartenenti a molteplici realtà (come Volt, Mediterranea Saving Humans, Mediterranean Hope) e nel rispetto della parità di genere, dell’intersezionalità e dell’intergenerazionalità, in modo tale da favorire uno scambio aperto di opinioni e presentare sfaccettature e punti di vista differenti sui temi trattati”.

Ogni lotta per i diritti è un passo in più verso la giustizia e l’equità sociale. Ogni crisi è intrinsecamente un’opportunità. Sta a tutti noi coglierne il valore e prenderne atto; ma, soprattutto ed in buona parte, sta alla politica guidare l’azione e definire il progresso, assumendosi le responsabilità delle proprie scelte e prendendo consapevolezza – conclude Cannella – di ciò che ci circonda, come la nostra terra e delle persone che la abitano, prendendosene cura”.